Lingua   

Call To Arms

Ryan Harvey


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Omar
(Ryan Harvey, Kareem Samara, & Shireen Lilith)
The Death of Carlo Giuliani
(Ryan Harvey)
Come Back Stronger
(Ryan Harvey, Kareem Samara, & Shireen Lilith)


Album: Iraq Songs of Life and Death (2003)

A teenage liberation manifesto...
It's night time in Baghdad
A mother says a prayer
A child hugs his father
The ground troops get prepared
There's a woman in the alley
She's crying to herself
Drunk from one too many gunfights
Bruised and scarred by wealth

And now the bastions of empire
Are storming through this town
See a young man resisting
Systematically gunned down
And I am watching from the distance
From behind a TV screen
At my home in America
Where everything's a dream

And while I wait for some miracle
To sweep down through the streets
I know that everything's a battle
And that battle starts with me
And so I'm making my decisions
And carving in my cares
Holding tight onto the railings
Still falling down the stairs

But in my mind there's a vision
One that can't be beaten down
Of myself as a free man
In this very town
And I'm awaiting revolution
Every second of my time
And I am proud
That I at least have the chance to rhyme

I'm 19 years inside of this
With some time still to go
And I want to make the best of it
But still I'm laying low
And these feds have got paranoid
I'm running through the hall
Dreams of flashlights and sirens
And my back against the wall

But I will fight them, for their power
Is a gunshot to my heart
And the youth
Have got to find a place to start
'cause my high school was a prison
So I rose up and dropped out
And learned myself
That's what it's all about

See we the people need to realize
That this government is scared
Because there power is defeated
As soon as we declare
That we've had too much oppression
Too much theft and pain
As the workforce of this country
Is sleeping in the rain

And this government is filling up
The world with bullet shells
True Americans
Would overthrow it themselves
the best days of our lives
We're spent running from police
Throwing tear gas over barricades
The news called us Naïve

We fought for revolution
In wind and rain and snow
Just like their heroes did
200 years ago
Still they declare that we are evil
Misguided and insane
With the population stagnant
So much has been engrained

And I'm approaching these divisions
With everything I've got
With my mind set on freedom
I'm waiting for that shot
And I am arming my comrades
With all that I can share
My words, weapons
All and all is fair

I've seen two wars already
That's just in the past two years
And I'm disregarding
All that I've been taught to fear
And so I'm standing up on two feet
With my chest held proudly high
And I will stay
Until I have to die

So let me reclaim
All that's been stolen in my days
My honor, my strength
My rebellion love and rage
And let me use it as a weapon
Against the ones who hold me down
And let their plans for power
Never be found

And I will hold the torch of freedom
With an arm that can't be bent
As the world that lives below me
Crushes through the thick cement
And flows up into the open
So I can tell what I am seeing
A world of alive
And myself, a human being.

inviata da giorgio - 6/9/2008 - 12:21



Lingua: Italiano

Versione italiana di Kiocciolina
CHIAMATA ALLE ARMI

E' notte a Baghdad
Una madre dice una preghiera
Un bimbo abbraccia sua padre
Le truppe di terra sono pronte
C'è una donna nel vicolo
Sta piangendo se stessa
Ubriaca da uno dei tanti scontri a fuoco
Contusa e segnata dalla ricchezza

Ed ora i bastioni dell'impero
Stanno furoreggiando attraverso questa città
Vedi un giovane resistere
Sistematicamente viene sparato
E sto guardando da lontano
Da dietro lo schermo televisivo
A casa mia in America
Dove tutto è un sogno

E mentre aspetto un miracolo
Che travolga le strade
So che tutto è una battaglia
E che la battaglia comincia con me
E perciò sto prendendo le mie decisioni
E sto scolpendo tra le mie premure
Resistere sulle ringhiere
Cadere ancora dalle scale

Ma nella mia testa c'è una visione
Una visione che non può essere buttata giù
Di me stesso come uomo libero
Proprio in questa città
E sto aspettando la rivoluzione
Ogni secondo del mio tempo
E sono orgoglioso
Che almeno io abbia la possibilità di fare delle rime

Ho 19 anni
E del tempo ancora da vivere
E voglio farne il miglior uso
Ma mi sto abbattendo ancora
E questi federali sono diventati paranoici
Sto correndo attraverso l'ingresso
Sogni di torce e sirene
E le spalle al muro

Ma li combatterò, perché il loro potere
E' un colpo di pistola dritto al mio cuore
E la gioventù
Devo trovare un posto da cui cominciare
Perché il mio liceo era una prigione
Perciò sono insorto e mi sono ritirato
Ed ho imparato da solo
Ecco di cosa si parla

Vedi, noi, la gente, abbiamo bisogno di realizzare
Che questo governo è spaventato
Perché il loro potere verrà sconfitto
Non appena dichiareremo
Che siamo stati troppo oppressi
Troppo derubati e colmi di dolore
Mentre la forza lavoro di questo paese
Sta dormendo nella pioggia

E questo governo sta riempiendo
Il mondo con granate
Veri Americani,
Vi rovescereste da soli?
I giorni migliori delle nostre vite
li abbiamo passati scappando dalla polizia
Gettando lacrimogeni oltre le barricate
I notiziari ci hanno definito Naïve

Abbiamo combattuto per la rivoluzione
Col vento e nella pioggia e nella neve
Proprio come fecero i loro eroi
200 anni fa
Dichiarano ancora che siamo malefici
Fuorviati e pazzi
Con la popolazione stagnante
Così tanto è stato radicato

E mi sto avvicinando a queste divisioni
Con tutto ciò che ho
Con la mente impostata su libertà
Sto aspettando quegli spari
E sto armando i miei compagni
Con tutto ciò che posso condividere
Le mie parole, armi
E tutto tutto quanto sia giusto

Ho già visto due guerre
Solo nei 2 anni passati
E sto ignorando
Tutto ciò che sono stato educato a temere
E perciò sto sui miei due piedi
Con il petto tenuto orgogliosamente in alto
E resterò
Finché dovrò morire

Perciò fatemi reclamare
Tutto ciò che è stato rubato ai miei giorni
Il mio onore, la mia forza
Il mio amore per la ribellione e la mia rabbia
E lasciate che li usi come un arma
Contro chi mi reprime
E lasciate che i loro piani di potere
Non vengano mai scoperti


E terrò la torcia della libertà
Con un braccio che non potrà essere piegato
Mentre il mondo che vive sotto di me
Sbatte contro il duro cemento
E scorre verso il mare aperto
Perciò, posso dirvi ciò che sto vedendo
Un mondo di vivi
E me stesso, un essere umano.

inviata da Kiocciolina - 2/10/2008 - 10:22



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org