Lingua   

Oltre il mare

Joe Fallisi


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Nico e Bart
(JMA feat. Fra Jamb)
Danzica e Poznam come Detroit
(Joe Fallisi)
Epitaffio per un monumento ai caduti
(Joe Fallisi)


[2008]
Joe Fallisi/Two Fingerz - Sony Music - release: May 30th 2008

Parole: J. D'Amico, J. Fallisi, D. Lazzarin
Musica: J. Fallisi, R. Garifo, D. Lazzarin, M. Zangirolami Edizioni Musicali: Talking Cat di Roberto Galli
Words: J. D'Amico, J. Fallisi, D. Lazzarin
Music: J. Fallisi, R. Garifo, D. Lazzarin, M. Zangirolami Musical Publishing House: Talking Cat of Roberto Galli


Joe Fallisi.
Joe Fallisi.


Per questa bella canzone su Nicola Sacco vogliamo ringraziare di persona l'amico e compagno Joe Fallisi, che ha voluto inviarcela di persona assieme alla traduzione inglese e ai riferimenti audio e video. Grazie di cuore, Joe. [CCG/AWS Staff]
Italia del dopoguerra,
c'era ancora odore di sangue e polvere da sparo nell'aria,
un odore che il tempo non cancella
e di questo ci saziavamo, il cibo era come il tempo
per aspettare il grano un tempo che non avevamo.
Valigie piene di sogni, risparmi,
rimasero solo i sogni quando pagammo gli imbarchi diretti verso l'America,
stanchi, ammassati come animali,
all'anagrafe sbagliarono il mio nome ma tenni le mie iniziali: G. Capone
barbiere di professione signore
con i primi soldi comprai una casa di legno e di cartone e dal...
niente rimasi con niente, ebbi solo una cosa di valore nella mia vita:
un figlio che si chiamava Al.

S'alza la luna, calda è la sera.
Splende la luce sulla lampara.
Laggiù la riva non è lontana,
sento il tuo cuore.


Questa è la storia di Nicola,
ciabattino di Torremaggiore che passando l’oceano è passato alla Storia.
Lascia tutto, cioè niente, ha solo diciassette anni,
e si imbarca su un bastimento carico di suoi compagni.
E quando sbarca in America è solo un minorenne,
uno straniero proveniente dall’Europa periferica.
Lavora dalla notte a quando il giorno ridiventa notte,
capisce poco la lingua, ma pensa molto, così abbraccia le lotte dei compaesani
che, come lui, vedono troppo lontani
dagli italiani i diritti che sono legittimi per gli americani.
Un mercoledì viene arrestato,
se ci sono i pregiudizi non servono le prove per condannarlo, bastano gli indizi.
Chissà se cambierà domani,
pensa mentre resta a terra, in cella, ha solo mani nelle mani;
ma è l’atto finale, condannato per ciò che non ha fatto.
Così muore, giustiziato per errore, Nicola Sacco.

S'alza la luna, calda è la sera.
Splende la luce sulla lampara.
Laggiù la riva non è lontana,
sento il tuo cuore.

inviata da Riccardo Venturi - 3/6/2008 - 18:32



Lingua: Inglese

La versione inglese direttamente contribuita da Joe Fallisi
English version directly contributed by Joe Fallisi
BEYOND THE SEA

After war, Italy,
Gunpowder and blood smell lingered in the air,
And that’s a smell that never fades away.
That was our food, a food like time
to wait for harvests and we didn’t have enough time.
Suitcases full of dreams and savings,
But savings went away when we paid our fee to board
For America.
Tired, stacked like beasts, when I got to the immigration
They mistook my name but I kept the initials:
G. Capone
Barber is my job, sir, the first money I got
Went for a cardboard and wood house and after…nothing
And I still have nothing,
I only had a precious thing in my whole life
And that’s a son named Al.

The moon is high, the night is warm.
The light is shining on the lampara.
Beyond there the shore is not far away,
I feel your heart beating.


This is the story of Nicola
shoemaker from Torremaggiore that crossed the ocean
Thus crossing his path with history.
He left all he owned, that was really nothing, at seventeen
Sailing on a steamship loaded of his comrades.
When he reaches America he’s just a teenager
Alien from an out spaced part of Europe..
He works from day to night and at night ‘till becomes day,
He doesn’t understand the language
But he thinks a lot,
So he joins in the fight of his far seeing comrades
Wanting the same legitimate rights
For Italian as for American born guys.
Wednesday he’s arrested, if prejudice rules
You don’t need evidences to condemn him,
Just clues.
“Maybe tomorrow it will change”
He thinks but he’s grounded in a jail
He can only hold his own hands, and that’s the closing act:
Sentenced for a what he’d never done, dies,
Executed by mistake, Nicola Sacco.

The moon is high, the night is warm.
The light is shining on the lampara.
Beyond there the shore is not far away,
I feel your heart beating.

inviata da Riccardo Venturi - 3/6/2008 - 18:33


Добрый вечер!!! Я слушаю Вашу зачаровывающую музыку и нахожусь в трансе. Огромное спасибо за ваши песни и музыку. Я в большом восторге от них. Они дают мне силы противостоять одиночеству, грусти и унынию. Я очень БЛАГОДАРНА ВАМ.

26/11/2011 - 18:37



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org