Lingua   

Il Cile è già un altro Vietnam (Morto Allende)

Alfredo Bandelli


Ti può interessare anche...

Vorrei parlarti
(Alfredo Bandelli)
A Silvia
(Alfredo Bandelli)
Sandrino della Solvay
(Canzoniere Pisano)


[1973]
Testo e musica di Alfredo Bandelli
Da "Fabbrica Galera Piazza"

allendevive
Morto Allende, socialista,
morto Allende, assassinato
dall’esercito fascista
preparato ed addestrato
a difendere la patria,
a difendere lo Stato.

E le strade di Santiago
son bagnate rosse sangue.
E le strade a Valparaiso
son bagnate rosso sangue
di migliaia di proletari,
di migliaia di comunisti,
di migliaia di comunisti.

Combatir a los patrones
donde sea y como sea
es la unica ley que
tenemos nos explotados.


Morto Allende, la missione
è la socializzazione,
morto Allende, l’ideale
è la via nazionale,
no, non si può contrattare
il potere popolare;
e le fabbriche occupate
sono state bombardate,
gli operai massacrati,
i compagni fucilati
dall’esercito statale
certo costituzionale,
certo costituzionale...

Combatir a los patrones
donde sea y como sea
es la unica ley que
tenemos nos explotados.


Morto Allende alla Moneda,
simbolo della nazione,
no, non serve la ragione
contro un colpo di cannone:
il potere deve uscire
dalla canna del fucile.
Con il sangue proletario
s’è pagato la lezione:
perde sempre il riformismo,
vince la rivoluzione
ed il Cile è un altro Vietnam,
ed il Cile è un altro Vietnam...

Combatir a los patrones
donde sea y como sea
es la unica ley que
tenemos nos explotados.

inviata da Riccardo Venturi


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org