Lingua   

Diamante

Zucchero


Lingua: Italiano

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Streets of Surrender (S.O.S.)
(Zucchero)
Non basta saper cantare
(Francesco De Gregori)
Soldati nella mia città
(Zucchero)


di Zucchero, Francesco De Gregori, Mino Vergnaghi e Matteo Saggese
dall'album "Oro incenso e birra" (1989)

zucchero


La canzone è dedicata alla nonna di Zucchero (che di nome fa Diamante Alduini Fornaciari). La storia del testo è ambientata nel dopoguerra, Zucchero immagina i suoi nonni e la loro famiglia che si ritrovano nel loro paesino natìo, con una guerra finita e un cumulo di macerie. E' una Domenica mattina, e la nonna di Zucchero osserva il duro lavoro dell'uomo che riesce a ricostruire dal nulla (fa fiorire i nevai), immersa nel verde della sua campagna.
Molto simbolico è il fatto che Diamante veda passare per mano "soldati e spose", ovvero neomogli e neomariti, questi ultimi sposati in uniforme, essendo essa l'unico vestito "elegante" che avevano.
La canzone finisce con uno sconforto iniziale del nonno (Adelmo), che però si fa forza, dicendo a se stesso che "i bimbi grandi non piangono", e il sostegno che gli dà la nonna chiamandolo, invitandolo a ricominciare insieme: "Delmo,Delmo, vin'a cà.."

Da Yahoo Answers


Dedicata a Diamante Arduini Fornaciari

La canzone ci è stata "ricordata" da don Francesco Bigatti della parrocchia di Bolgare - Bergamo, un prete direttore d'oratorio appassionato di musica, che ha curato un percorso musicale sulla Pace che ci ha prontamente inviato. Grazie!
Respirerò,
l'odore dei granai
e pace per chi ci sarà
e per i fornai
pioggia sarò
e pioggia tu sarai
i miei occhi si chiariranno
e fioriranno i nevai.

Impareremo a camminare
per mano insieme a camminare
domenica.

Aspetterò che aprano i vinai
più grande ti sembrerò
e tu più grande sarai
nuove distanze
ci riavvicineranno
dall'alto di un cielo, Diamante,
i nostri occhi vedranno.

Passare insieme soldati e spose
ballare piano in controluce
moltiplicare la nostra voce
per mano insieme soldati e spose.
Domenica, Domenica

Fai piano i bimbi grandi non piangono
fai piano i bimbi grandi non piangono
fai piano i bimbi grandi non piangono

Passare insieme soldati e spose
ballare piano in controluce
moltiplicare la nostra voce
passare in pace soldati e spose.

"Delmo, Delmo vin a' cà..."

24/1/2008 - 09:13




Versione in spagnolo pubblicata da Zucchero
DIAMANTE

"A donde voy
Cuando algo va muriendo ?
Donde cocinen buen pan
Y se viva en paz
Lluvia seré
Y lluvia tu serás
Mis ojos se aclararán
La nieve florecerá
Aprenderemos a caminar
De nuestras manos a caminar
Domenica....
Te esperaré, y en sueños me verás
Más grande te pareceré
Y tú más grande serás
Nuevas distancias nos aproximarán
Del alto de un cielo, Diamante
Nuestros ojos verán

Verán pasar velos de novia
La guerra se irá !
Bailando lento, buscando el alba
Multiplicando nuestras voces
El tiempo es fugaz !
Almas en paz, en la mañana
Domenica.....

Fai piano i bimbi grandi non piangono
Fai piano i bimbi grandi non piangono
Fai piano i bimbi grandi non piangono

Verán pasar velos de novia
En la oscuridad !
Bailando lento, canción del alba
Multiplicando nuestras voces
El tiempo es fugaz !
Alas en paz en la mañana
Domenica......

“mo, Delmo vin a’ cá”"

inviata da DonQuijote82 - 8/2/2009 - 20:16


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org