Lingua   

Year Of Change

Richard Marot


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Je ne voudrais pas mourir (à Boris Vian)
(Richard Marot)
De Combien de vies on a besoin pour les tuer?
(Richard Marot)
Peace
(Richard Marot)


In a brilliant spring of 1968,
Things started to change a little
And the workers spoke up for their rights
It was a time of joy and sadness
But a little hope could appear for the future.

In the precious time of may, in 1968,
The fight for justice increased a lot
In the month of Love, people were not
In Fear and they disagreed with politicians’ hatred.

In the spring of 1968, in a year of Change
Politicians left us in the middle of this eternal war
And after that, they closed their golden palace’s door
And the humble people believed that it will be better
If rich men did not anything, they should shut up forever.

Because in the beautiful spring of 1968,
The tired workers fought for better work conditions
While politicians were searching the way to stop them
But it’s true that Love was sometimes very forgotten
And things changed just a little, but workers’ hope was bigger.

But it’s true that in a brilliant spring of 1968,
Some righteous men were killed for their ideals too
They were killed for their beliefs in peace and equality
This year of change was also a cruel time full of tragedy
And it was really a mad time of no matter what or who!

But we have to say that all this sad stuff appeared
Because it was a serious time of true Freedom
A courageous fight for the definitive Freedom
I would say that these deaths were not justified
But they were very important for the fairness fight!

In the spring of 1968, in a year of Change
Politicians left us in the middle of this eternal war
And after that, they closed their golden palace’s door
And the humble people believed that it will be better
If rich men did not anything, they should shut up forever.

Because in the beautiful spring of 1968,
The tired workers fought for better work conditions
While politicians were searching the way to stop them
But it’s true that Love was sometimes very forgotten
And things changed just a little, but workers’ hope was bigger.

And that’s why, sometimes I see this time with joy
Despite many men lived without any kiss or hope
Despite that cold breeze froze our wishes of peace
Despite the saddest rivers of tears started to freeze
And they increased a lot in a huge flood of Sorrow!
And the trees survived without their tender leaves
All around the vacuum of a mad land full of despair!

But in the beautiful spring of 1968,
The tired workers fought for better work conditions
While politicians were searching the way to stop them
But it’s true that Love was sometimes very forgotten
And things changed just a little,but workers’ hope was bigger.

And politicians thought that it will be an eternal war
And with their selfishness, they closed their palace’s door
But that day, I’m sure that the future was more hopeful, oh Lord !
And I believe that It’s not necessary to say anything more!

inviata da C.Viadel - 18/1/2008 - 13:22



Lingua: Italiano

Versione italiana di Kiocciolina
ANNO DI CAMBIAMENTO

In una brillante primavera del 1968,
Le cose hanno cominciato un po' a cambiare
E i lavoratori hanno invocato i loro diritti
Era un momento di gioia e tristezza
Ma una piccola speranza poteva apparire per il futuro.

Nel prezioso maggio, nel 1968,
La lotta per la giustizia crebbe parecchio
Nel mese dell'Amore, la gente non era
Spaventata e non era d'accordo con l'odio dei politici.

Nella primavera del 1968, in un anno di Cambiamento
I politici ci lasciarono nel mezzo di questa guerra eterna
E dopo di ciò, chiusero la porta del loro palazzo dorato
E la gente umile credette che sarebbe stato meglio
Se i ricchi non avessero fatto nulla, avrebbero griudato per sempre.

Perché nella bella primavera del 1968,
I lavoratori stanchi combatterono per avere condizioni di lavoro migliori
Mentre i politici stavano cercando il modo di fermarli
Ma è vero che a volte l'Amore era dimenticato
E le cose cambiarono solo un po', ma la speranza dei lavoratori era più grande.

Ma è vero che in una brillante primavera del 1968,
Alcuni uomini giusti furono uccisi per i loro ideali
Furono uccisi perché credevano nella pace e nell'uguaglianza
Quest'anno di cambiamento era anche un momento crudele pieno di tragedie
Ed era veramente un momento pazzo di 'non importa cosa o chi'!

Ma dobbiamo dire che tutte queste cose tristi comparirono
Perché era un momento serio di vera Libertà
Una lotta coraggiosa per la Libertà definitiva
Direi che queste morti non furono giustificate
Ma furono molto importanti nella lotta per la giustizia!

Nella primavera del 1968, in un anno di Cambiamento
I politici ci lasciarono nel mezzo di questa guerra eterna
E dopo di ciò, chiusero la porta del loro palazzo dorato
E la gente umile credette che sarebbe andata meglio
Se i ricchi non avessero fatto nulla, avrebbero griudato per sempre.

Perché nella bella primavera del 1968,
I lavoratori stanchi combatterono per avere condizioni di lavoro migliori
Mentre i politici stavano cercando il modo di fermarli
Ma è vero che a volte l'Amore era dimenticato
E le cose cambiarono solo un po', ma la speranza dei lavoratori era più grande.

Ed ecco perché, a volte vedo questi momenti con gioia
Nonostante molti uomini abbiano vissuto senza un bacio o una speranza
Nonostante la brezza fredda avesse congelato i nostri desideri di pace
Nonostante i tristissimi fiumi di lacrime avessero cominciato a gelare
E siano aumentati in un enorme alluvione di Dolore!
E gli alberi sono sopravvissuti senza le loro tenere foglie
Tutto intorno il vuoto di una terra pazza piena di disperazione!

Perché nella bella primavera del 1968,
I lavoratori stanchi combatterono per avere condizioni di lavoro migliori
Mentre i politici stavano cercando il modo di fermarli
Ma è vero che a volte l'Amore era dimenticato
E le cose cambiarono solo un po', ma la speranza dei lavoratori era più grande.

Ed i politici pensarono che sarebbe stata una guerra eterna
E con il loro egoismo, chiusero la porta del loro palazzop
Ma quel giorno, sono sicuro che il futuro era più ricco di speranza, oh Signore!
E credo sia inutile dire altro!

inviata da Kiocciolina - 12/2/2008 - 12:45



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org