Lingua   

The Law of the Skin

Richard Marot


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Prayin' In The Palace Of Sin
(Richard Marot)
Je ne voudrais pas mourir (à Boris Vian)
(Richard Marot)
Algo inefable y trascendental
(Richard Marot)


A pop-rock song which is a very brief resume about the history of Racism in the United States.
The rich men are the worst sinners in this hell
Malcolm, Medgar and Martin died for Beauty
and they were buried in this deep well
In a world which has always been too misty.
In a world which has always been too misty.

There's no anything more stupid
than this awful law of the skin
There's no anything more cruel
Than the same thing that become different
Than the same thing that become different

I know that after their goodbye, we have Love
But It's true that we have the big hatred too
It's a big stuff of Shame with no Mercy
And It's always the same despair of Fear.

There's no anything more stupid
than this awful law of the skin
There's no anything more cruel
Than the same thing that become different
Than the same thing that become different.

The young passion of a young boy called Emmett
Who disappeared inside a river because of Selfishness
The old workingman who will be ever dealed as a boy
Or the old suffers of the jazz singers and the blues souls
Or the old suffers of the jazz singers and the blues souls

There's no anything more stupid
than this awful law of the skin
And there's no anything more cruel
Than the same thing that become different
Than the segregated soul who is full of solitude
Than the segregated soul who is full of solitude.

And it has always been
this awful law of the Skin

And it has always been
this awful law of the Skin.

inviata da carles viadel mestre - 18/12/2007 - 13:40



Lingua: Italiano

Versione italiana di Kiocciolina
LA LEGGE DELLA RAZZA

I ricchi sono i peggiori peccatori in questo inferno
Malcolm, Medgar e Martin morirono per la Bellezza*
e furono seppelliti in questo pozzo profondo
In un mondo che è sempre stato troppo nebbioso.
In un mondo che è sempre stato troppo nebbioso.

Non c'è niente di più stupido
di questa terribile legge della razza
Non c'è niente di più crudele
Della stessa cosa che diventa diversa
Della stessa cosa che diventa diversa

So che dopo il loro addio, abbiamo Amore
Ma è vero che abbiamo anche tanto odio
E' una grande schifezza di Vergogna senza Pietà
Ed è sempre lo stesso disperare della Paura.

Non c'è niente di più stupido
di questa terribile legge della razza
Non c'è niente di più crudele
Della stessa cosa che diventa diversa
Della stessa cosa che diventa diversa

La giovane passione di un ragazzo chiamato Emmett
Che scomparì in un fiume a causa dell'Egoismo
Il vecchio lavoratore che verrà sempre trattato come un ragazzo
O le vecchie sofferenze dei cantanti jazz e della musica soul
O le vecchie sofferenze dei cantanti jazz e della musica soul

Non c'è niente di più stupido
di questa terribile legge della razza
Non c'è niente di più crudele
Della stessa cosa che diventa diversa
Della stessa cosa che diventa diversa

E c'è sempre stata
questa terribile legge della razza

E c'è sempre stata
questa terribile legge della razza
* si riferisce, ovviamente, a Malcolm X, Marthin Luther King e Medgar Wiley Evers , tutti e tre impegnati nella difesa dei diritti dei neri e assassinati negli anni 60 (rispettivamente 1965, 1968, 1963)

inviata da Kiocciolina - 20/12/2007 - 18:00



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org