Lingua   

Io te cerco scusa

Eugenio Bennato
Lingua: Napoletano



Io te cerco scusa ‘e chello c’aggio fatto
pecché nun sapevo pecché ero distratto
scusa ‘e tutto o mmale ca tu aviste allora
scusa pure si io nunn’ero nato ancora

Scusa ‘e chillu munno ca s’è perduto
addò tu currive comm’a na criatura
sott’a luce d’o sole senza stanchezza
sott’a luce d’e stelle senza paura

Scusa ‘e chillu suonno de marenaro
ca pe’ primmo ascette da Gibilterra
pe’ tenta’ la sorte e asci’ pe’ mare
pe’ guarda’ luntano e scupri’ na terra

Scusa ‘e chella scienza che navigava
sempre cchiù luntano fino a chella terra
pecché nun sapeva che ce truvava
pecché nun sapeva che purtava a guerra

Ma tutt’a furtuna de Francia e Spagna
nunn’è niente a ffronte ‘e chella bellezza
e nun po’ bastare pe’ riscattarla
tutto l’oro d’o munno, tutt’a ricchezza

E cu Nina Pinta e Santa Maria
arrivava o viento d’a civiltà
ca purtava a pace e a libertà
e io te cerco scusa ‘e chella bugia

Chesta nun sarrà na canzone d’ammore
pecché na carezza nun c’è mai stata
però certamente ce trase o core
pecché è na canzone de ‘nnammurato

‘Nnammurato ‘e na favola luntana
‘e na donna ca nun ha cunusciuto
‘nnammurato ‘e chella bellezza indiana
c’appartene a nu munno ca s’è perduto

Io te cerco scusa ‘e chello c’aggio fatto
pecché nun sapevo pecché ero distratto
scusa ‘ e tutto o mmale ca tu aviste allora
scusa pure si io nunn’ero nato ancora


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org