Lingua   

Allain Leprest: C'est peut-être

GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG


Lingua: Francese

Guarda il video


Allain Leprest, C'est peut-être


Altri video...


Ti può interessare anche...

La veuve du soldat inconnu
(Allain Leprest)
Religion
(Ten Years After)


[1992]
Paroles d'Allain Leprest
Musique de Richard Galliano
Testo di Allain Leprest
Musica di Richard Galliano

Album: "Voce a mana"

nebbiaChissà se è Linus Torvalds o qualche genio in serra
quello che fa il webmaster contro la santa guerra
non lo sapremo mai, fra un bug e una canzone
lui se ne sta a Ginevra, lavora al sincrotrone

Chissà se è Emma Goldman anarca nella Storia
la Marmotta di lago che insegna la memoria,
non lo sapremo mai, le notti lei le passa
a suonare il silenzio come fosse grancassa

Chissà se è Elsa Morante di sogno e resistenza
quella che sta al lavoro fino a tardi a Piacenza,
non lo sapremo mai, le getteremo un ponte
che passi sopra al Po diretto all'orizzonte

Chissà se è Enzo del Re nel mezzo ai marinari
quello che sale sempre da giù a Mola di Bari
non lo sapremo mai, la vita picchia e tanto
le regole son troppe, ci vuole l'esperanto

Chissà se è Jean Jaurès quello che dal suo ufficio
di pace e ribellione fabbrica l'edificio,
non lo sapremo mai, lui cerca i link e aspetta
con un mp3 lui fa V per Vendetta

Chissà se è Piero Ciampi nel buio della notte
quello che le parole le piglia sempre a botte,
non lo sapremo mai, traduce anche l'elenco,
lo troveranno vivo nel suo mondo sbilenco.
C'est peut-être Mozart le gosse qui tambourine
Des deux poings sur l'bazar des batteries de cuisine
Jamais on le saura, l'autocar du collège
Passe pas par Opéra, râpé pour le solfège.

C'est peut-être Colette la gamine penchée
Qui recompte en cachette le fruit de ses péchés
Jamais on le saura, elle aura avant l'heure
Un torchon dans les bras pour se torcher le coeur

C'est peut-être Grand Jacques le petit au rire bête
Qui pousse dans la flaque sa boîte d'allumette
Jamais on le saura, on le fera maçon
Râpé Bora Bora, un mur sur l'horizon

C'est peut-être Van Gogh le p'tit qui grave des ailes
Sur la porte des gogues avec son opinel
Jamais on le saura, râpé les tubes de bleu
Il fera ses choux gras dans l'épicerie d'ses vieux

C'est peut-être Cerdan le môme devant l'école
Qui recolle ses dents à coup de Limpidol
Jamais on le saura, KO pour ses vingt piges
Dans le ring de ses draps en serrant son vertige

C'est peut-être Jésus le gosse de la tour neuf
Qu'a volé au Prisu un gros oeuf et un boeuf
On le saura jamais pauvre flocon de neige
Pour un bon dieu qui naît, cent millions font cortège

inviata da Ahmed il Lavavetri - 15/9/2007 - 22:10



Lingua: Italiano

Versione italiana di Alessio Lega
da "Sotto il pavé la spiaggia" (2006)

sottopave\

CHISSA'

Chissà se è Giuseppe Verdi quello che tamburella
coi pugni sui coperchi della sua bancarella
non lo sapremo mai, la via dei genitori
col camion fa i mercati non i conservatori.

Chissà se è Anna Magnani la ragazzina in pianto
che conta i suoi peccati con il ragazzo accanto
non lo sapremo mai, ben presto avrà uno straccio
per non stracciarsi il cuore nel petto un po' di ghiaccio.

Chissà se poi è De André l'ubriaco che fischietta
al cesso in discoteca mentre i compagni han fretta
non lo sapremo mai, nella sua compagnia
si va spesso a ballare, non si fa mai poesia.

Chissà se poi è Van Gogh quel tizio che graffitta
sul muro qui di sotto con la sua bomboletta
non lo sapremo mai, ha già un posto sicuro
e il sindaco farà sbiancare anche quel muro.

Chissà se è Che Guevara quello che volantina
davanti alla sua scuola nel freddo ogni mattina
non lo sapremo mai, già preme la famiglia
che dia una mano al bar, fottuta la guerriglia.

Chissà se poi è Gesù quello che hanno beccato
mentre stava rubando in un supermercato
non lo sapremo mai, povere foglie morte
per un dio di successo, milioni fan da corte.

inviata da Ahmed il Lavavetri - 15/9/2007 - 22:26



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org