Language   

AmèN

Teresa De Sio
Language: Neapolitan


Related Songs

Maremma
(Del Sangre)
Lettera a Sacco [P'o figlio suoio]
(Alfredo Bascetta)
Mille
(Eugenio Bennato)


Dall'album "Sacco e Fuoco" (2007).
Sacco

"Amèn (detto alla napoletana con l’accento sulla e) è la parola che sancisce lo “Stato di Grazia”. Già in “STAMMO BUONO” (contenuto nel precedente Cd, “A SUD A SUD!”) Teresa aveva detto della sua Napoli con parole dure e decise. Il sangue e la violenza insensata e troppo tollerata da tutti, che ogni giorno oscurano e devastano lo splendore di questa città. Poi l’incontro con il libro di Saviano che apre nuove porte, spiega, getta luce. Ora AméN è il “mischiamento” sonoro tra Napoli e Giamaica, tra tarantella e reggae, (come per alludere ad un luogo altro che ancora la geografia non conosce) per poter cantare questa preghiera pagana, piena di rabbia. Canta Teresa, usando un paradosso “…. Ormai canzoni non ne abbiamo più, cantasse chi non tiene cuore!”
http://www.teresadesio.com/
(Alessandro)
Jesce sole
Trase trase dint’e case
Cagna ll’anema d’e cose
E ogni capa dice AmèN
Jesce sole
Saglie saglie ‘ncopp’ e muri
E s’abbruciano ‘e pensiere
E a paura dice AmèN

Ammore mio nun chiagnere
Ca ‘e llacreme nun so denari
E llacreme nun s’accattano
E chiste so tiempe amare
Oi Madonna d’o Carmine
Asciuttame sti lenzòla
Ca mo so passate mill’anne
E ancora d’o sanghe se vede ‘o culore
Jesce sole

Jesce sole
Trase trase dint’e case
Cagna ll’anema d’e cose
E ogni capa dice AmèN
Jesce sole
Saglie saglie ‘ncopp’ e muri
E s’abbruciano ‘e pensiere
E a paura dice AmèN

Oi pataterno d’o Vommero
Scinne a Sicondigliano
Ca ‘o mare nun bagna cchiù Napule
Si tu te ne lavi ‘e mmane,
Oi mamma mia santissima
Stammo cu ll’uocchi a fora
Canzoni nun ne tenimmo cchiù
Cantasse chi nun tene core

S’accidono ll’uno cu ll’ato
Dicette a signora “nui avimma campà
Saccidono l’uno cu ll’ato
Ma a nuie che ce ‘mporta, tenimmo a che fa”
S’accidono ‘o figlio c’o padre
E nui c’o sapimmo restammo a guardà
S’accidono frate cu frate
Cainate, pariente e figli e mammà
S’accidono frate cu frate
Cainate, pariente e figli e mammà
Se magnano ll’uno cu ll’ate

So cani ‘e canciello ll’avimma fermà
Ma ll’ossa a magnà so fernute
So pali, paranze, guagliune d’e clan

Jesce sole
Oi Madonna d’a munnezza
Scinne tu a lavà sta chiazza
Manco ll’aria fa chiarezza
Pe sti pisce dint’a rezza
Jesce sole
Oi Madonna d’e galline
Scinne a fa schiarà matina
Pe chi nunn’è n’assassino
Oi Marò nun dice AmèN
Oi Marò nun dice AmèN.

Contributed by Antonio Piccolo - 2007/6/23 - 10:10



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org