Lingua   

A Mostar

Senzalenza
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Roghi nell'oscurità dei Balcani
(Nico e suoni e rumori popolari)
La mia divisa (tic tac)
(Senzalenza)
E-Mail to Bosnia
(Nalini Lasiewicz)


Testo e musica di F. Zanotti
A Mostar ho mille figli
e ogni sera li addormento
tra i riccioli più sporchi
solo tristezza di cemento.

A Mostar ho mille figli
che ho cresciuto senza pane
figli abituati a giocare
nella polvere delle strade
figli abituati a scappare
con le mani insanguinate.

A Mostar ho mille figli
e li risveglio ogni giorno
tra il silenzio del rumore
e il dolore che c'è intorno.

A Mostar ho mille figli
crocifissi sull'altare
come l'unico mio figlio
che ho ancora da svegliare
come l'unico mio figlio
che alla morte ho da strappare.

inviata da adriana - 3/6/2007 - 12:48


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org