Lingua   

Freedom Cadence

Bruce Springsteen
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

The Phony King of England
(Johnny Mercer)
American Land
(Bruce Springsteen)
Folded Flags
(Roger Waters)


2017
colonna sonora del film Thank You For Your Service
Regia di Jason Hall. Un film con Haley Bennett, Miles Teller, Amy Schumer, Joe Cole, Erin Darke, Keisha Castle-Hughes.
Tratto dall'omonimo libro di David Finkel

david Finkel

Il brano fa parte della colonna sonora del film "Thank You For Your Service" in cui si può ascoltare durante i titoli di coda. Il brano, però, non fa parte dell'album della colonna sonora.
thank you


La canzone non è originale, ma è una marcetta militare intitolata “Freedom” o anche “Some Say Freedom is Free” e attribuita a PFC Roger L. Southard, tra le varie versioni che se ne trovano in rete, ce ne sono alcune piuttosto patriottarde legate alla logica dell'esportare democrazia (e quindi libertà) tipiche degli Stati Uniti. La versione di Springsteen, associata ad un film che parla di reduci e del relativo Disturbo Post Traumatico da Stress, gronda letteralmente sangue e ne fa, a mio modo di vedere, una vera e propria CCG/AWS.

E’ intenso e ricco di successi il legame tra Springsteen e il cinema – basti pensare ai brani Limbo e ai premiatissimi Streets of Philadelphia, Dead Man Walkin' o The Wrestler, scritti da Bruce espressamente per i relativi film – così come fortissimo e costante è da sempre il suo impegno riguardo il tema difficile e drammatico dei “veterani di guerra”. Non è dunque un caso che il produttore cinematografico Jon Kilik abbia pensato al Boss per questo progetto. “Adam [Schumann, il veterano della guerra in Iraq su cui è basata la storia] ha cantato la marcia come veniva eseguita al campo militare e Jon [Kilik] l’ha registrata sul suo cellulare per farla ascoltare a Bruce”, ha spiegato il regista Jason Hall in un’intervista a Backstreets.com. “A Bruce è piaciuto molto il film, lo ha guardato due volte e poi ha detto: ‘Inviami la registrazione, torna tra un mese e porta con te quel ragazzo’”. La canzone – prodotta da Ron Aniello e registrata allo Stone Hill Studio di Colts Neck- è dunque una sorta di rivisitazione della marcia “Freedom” in cui si distinguono in sottofondo le voci di Bruce, Schumann, Hal e Jon Kilik. Bruce ha scritto alcuni versi nuovi della marcia che rievocano Born In The U.S.A. (I had a brother at Khe Sahn fighting off the Viet Cong They're still there, he's all gone) e li accompagna con l’armonica e il banjo, mentre gli arrangiamenti elettrici sono affidati a Ron Aniello.

Pink Cadillac Music
Some say freedom is free,
but I tend to disagree
I say freedom is won
through the barrel of a gun

Had a brother in Iraq,
he didn't come back
I ask why oh why
do soldiers gotta die

Some say freedom is free,
but I tend to disagree
I say freedom is won
through the blood of someone's son

Some say freedom is free,
but I tend to disagree
I say freedom is won
through the barrel of a gun

Daddy died in Vietnam,
he was killed at Khe Sahn
I ask why oh why
do soldiers gotta die

Some say freedom is free,
but I tend to disagree
I say freedom is won
through the blood of someone's son

Some say freedom is free,
but I tend to disagree
I say freedom is won
through the barrel of a gun

Had a brother in Iraq,
he didn't come back
I ask why oh why
do soldiers gotta die

Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm

Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm

inviata da Dq82 - 15/1/2018 - 23:27



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
16 gennaio 2018 18:18
CADENCE [1] DELLA LIBERTA'

Certi dicono che la libertà sia gratis
però io tendo a non essere d'accordo.
Io dico che la libertà la si ottiene
col tamburo di un'arma

Avevo un fratello in Iraq,
non ne è ritornato.
E domando perché, oh, perché
i soldati debbano morire

Certi dicono che la libertà sia gratis
però io tendo a non essere d'accordo.
Io dico che la libertà la si ottiene
col sangue del figlio di qualcuno

Certi dicono che la libertà sia gratis
però io tendo a non essere d'accordo.
Io dico che la libertà la si ottiene
col tamburo di un'arma

Il babbo è morto in Vietnam,
fu ammazzato a Khe Sahn.[2]
E domando perché, oh, perché
i soldati debbano morire

Certi dicono che la libertà sia gratis
però io tendo a non essere d'accordo.
Io dico che la libertà la si ottiene
col sangue del figlio di qualcuno

Certi dicono che la libertà sia gratis
però io tendo a non essere d'accordo.
Io dico che la libertà la si ottiene
col tamburo di un'arma

Avevo un fratello in Iraq,
non ne è ritornato.
E domando perché, oh, perché
i soldati debbano morire

Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm

Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
Hmm hmm hmm hmm hmm hmm, hmm hmm hmm hmm hmm hmm
[1] Nell'uso militare degli Stati Uniti, una Cadence è una marcetta militare cantata che si usa (non necessariamente in parata, ma ad es. anche alla fine delle esercitazioni) per mantenere il passo cadenzato.

[2] L'assedio di Khe Sanh, o battaglia di Khe Sanh (in inglese Battle of Khe Sanh), o operazione Statale 9 (in vietnamita Chiến dịch Đường 9 - Khe Sanh), fu una lunga battaglia della guerra del Vietnam, combattuta tra l'8 gennaio e l'8 aprile 1968.
Khe Sanh fu la prima base strategica americana abbandonata sotto pressione del nemico.

16/1/2018 - 18:19



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org