Lingua   

In Exile (for Rodrigo Rojas)

The Dream Academy
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Si el canto salió de Chile
(Isabel Parra)
Zamba para no morir
(Mercedes Sosa)


1987
Remembrance Days
day



Rodrigo Rojas De Negri, fotografo e studente di 19 anni alla Woodrow Wilson High School di Washington, era tornato in Cile nel maggio del 1986 per conoscere il suo paese di origine. Era nato in Cile, ma era cresciuto a Washington poiché la madre, Verónica De Negri era stata imprigionata, torturata ed espulsa dal paese dopo il colpo di stato dell’11 settembre del 1973 che aveva destituito Allende e portato al potere Pinochet. Nel 1977, con i due figli Rodrigo e Pablo, si era stabilita negli Stati Uniti.

La mattina del 2 luglio del 1986 Rodrigo Rojas prese parte a una manifestazione indetta contro la dittatura in un quartiere operaio di Santiago. Tre pattuglie di militari intercettarono il gruppo di fotografi di cui Rojas faceva parte: quasi tutti riuscirono a fuggire ma Rodrigo Rojas e una studentessa, Carmen Gloria Quintana, che all’epoca aveva 18 anni, furono invece catturati. Quintana, che sopravvisse, raccontò che lei e Rojas vennero picchiati duramente, cosparsi di benzina e bruciati.

I due ragazzi furono portati alla periferia di Santiago e scaricati in un fosso. Rodrigo Rojas e Carmen Gloria Quintana vennero trovati avvolti in due coperte da alcuni operai, furono portati in una stazione di polizia e poi in un ospedale. Entrambi avevano ustioni su oltre il 60 per cento del corpo, ma i funzionari del governo si rifiutarono di autorizzare il loro trasferimento in un diverso ospedale dove avrebbero potuto ricevere delle cure migliori. 

Carmen Gloria Quintana sopravvisse, ma rimase gravemente sfigurata dalle ustioni: i due anni successivi al luglio 1986 li passò in ​​Canada per ricevere cure mediche e circa 40 operazioni chirurgiche. Più tardi prese una laurea in psicologia e si sposò. Lo scorso anno ha ricevuto un incarico dalla nuova presidente del paese Michelle Bachelet all’ambasciata cilena di Ottawa.
Il caso è stato riaperto nel 2013 e nel 2015 ha portato all'arresto di due ex ufficiali dell’esercito e di altri cinque sottufficiali.
ilpost.it
 I, I was never very young
I walk like a stranger through this world
No, 
No you don't know me
Although I'm with you I'm so far away...
But it wasn't the heat that
Threw the night into turmoil
Put the city in darkness
And soldiers on the street
But the car
Burning up on the roadside
For all those in exile
Waiting to be released
In city
Surrounded by slums
Invaded by soldiers
Invaded by debt
Under dictator
Who escalates terror
Provoking further
Intensive civil unrest
And in the fear of
The nights' disappearances
A conspiracy of silence
Spread up around us like a wall
Between commemoration candles
And the twelve o'clock curfew
You started to feel less
Until you couldn't feel at all
Stood on the wrong side
Of the barricades in the national strike
Then became exile
Remember:
Soldiers shooting into the crowd at the university
Growing up under government
Where to be young is to be the enemy
Remember:
Where soldiers tear gas churches
And there's ten thousand missing persons
Whose cases are never solved
And the government advises not to get involved
No Te Metas...
Someday we'll return there
From the years spent in exile
To the land where we were born
From the years spent in exile
Someday we'll be free there
In the land where we were born

inviata da Dq82 - 15/8/2017 - 10:12



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org