Lingua   

La sobirana

anonimo


Lingua: Occitano


Ti può interessare anche...

La Carcassounéso
(Jean François Jeanjean)
Douze Degrés de Misère
(Oc)


"La sovrana" è un canto popolare occitano che con versi poetici inneggia a un grande amore, la lingua occitana, identità di questo popolo senza nazione.
Despuish l'aup italiana,
A truvèrs vilas, e monts, e lanas,
E dinc a la mar grana
Que senhoreja ua sobirana.

Entant de mila annadas
Qu'audín son arríder de mainada,
Sas cantas encantadas,
Sons mots d'amor de hemna tant aimada.

Jo que l'escotarèi
Com s'escota a parlar ua hada,
Jo que la servirèi
Dinc a la mea darrèra alenada.
Un dia, un beròi dia,

Tots coneisheràn ma sobirana ;
Ma mair, ma sòr, ma hilha,
Ma bèra amor, qu'ei la lenga occitana.

11/8/2017 - 11:19



Lingua: Italiano

Versione italiana dal sito Bovisa In Canta
LA SOVRANA

Dopo l’alpe italiana
Attraverso città e monti e lande
E fino all’oceano
Regna una sovrana

Durante mille anni
Si sono sentiti il suo riso di bimba
Le sue canzoni incantate
Le sue parole d’amore di donna tanto amata

Io l’ascolterò
Come si ascolta parlare una fata
Io la servirò
Fino al mio ultimo respiro

Un giorno, un bel giorno
Tutti conosceranno la mia sovrana
Mia madre, mia sorella, mia figlia
Il mio bell’amore, è la lingua occitana

11/8/2017 - 11:23


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org