Lingua   

Peut-être demain

Triangle


Lingua: Francese


Ti può interessare anche...

Electric Funeral
(Black Sabbath)
Iron Man
(Black Sabbath)


[1970]
Brano d'apertura dell'LP “Triangle”, esordio di questo gruppo di rock progressivo francese composto da Gérard "Papillon" Fournier (basso, voce), Jean-Pierre Prévotat (batteria), François Jeanneau (tastiere, fiati), Paul Farges (chitarra)

Triangle

Il brano inizia con un inquietante rumore di stivali sul selciato...

Bellissima canzone che più che il rock progressive mi ricorda certe cose dei Black Sabbath o giù di lì...
Ils viendront la nuit
A coup de bottes
De crosses
Pour t'interroger
Te faire dire
Le pire

Nul n'est à l'abri
De ces manoeuvres
De pieuvres
Dans un monde où rien
Ne s'organise
A ta guise

Si tu es gauchiste
Contestataire
Nègre ou juif
Ces pas dans la nuit
Sont pour te prendre
Te prendre

Peut-être demain
Pourrons-nous vivre
Mais libres
Des jours dont la peur
Ne noircira pas
Les heures

inviata da Bernart Bartleby - 12/7/2017 - 21:15



Lingua: Italiano

Tentativo di traduzione di Bernart Bartleby.

Non sono un non-violento ma la violenza non l'ho mai praticata e non mi è mai piaciuta. Semplicemente non credo che sia un metodo che porti a qualche buona soluzione.
Ritengo che in ogni caso sia necessaria per difendere la propria e l'altrui vita, la propria e l'altrui libertà, se queste siano negate o gravemente insidiate.

Sui fatti di questi giorni di fine campagna elettorale penso che la responsabilità più grossa ce l'abbiano le cosiddette "istituzioni democratiche" perchè di fatto non hanno mai applicato La XII disposizione transitoria e finale della Costituzione Italiana (nata dall'antifascismo e dalla Resistenza) e la sua principale norma attuativa, una legge del 1952 che porta il nome di un tal Mario Scelba, che non è stato di certo un comunista. In virtù di quel combinato disposto, se fosse mai stato applicato, gente come Almirante, Borghese, Graziani, Rauti, Delle Chiaie, Zorzi, Carminati, Iannone, Di Stefano, Fiore e tutti gli altri fascisti e nazisti al pari loro sarebbero rimasti nelle fogne che sono l'ambiente più consono alle loro squallide vite e tutti gli esseri umani avrebbero dato loro la caccia non appena osassero mettere il naso in superficie. E invece, anzichè combatterli, i topi portatori di peste e di morte – quelli delle Fosse Ardeatine, di piazza Fontana, di piazza Della Loggia, della stazione di Bologna,... - sono stati nutriti e pasciuti, puliti e ricutinati, sdoganati e legittimati, cooptati nelle stesse istituzioni, in posizioni di vertice nelle amministrazioni locali e nazionali, nelle forze dell'ordine e di sicurezza, nell'esercito...
E finirà che torneranno, di notte, perchè la Storia tende a ripetersi, se uno non ci sta attento...
FORSE DOMANI

Verranno di notte
A calci coi loro stivali
E a manganellate
Per interrogarti
Per strapparti di gola
Le cose peggiori

Nessuno è al riparo
Da queste esercitazioni
Da piovre
In un mondo dove
Non c'è nulla che possa piacerti
Che ti assomigli

Se sei di sinistra
Se protesti
Se sei negro o ebreo
Questi passi nella notte
Sono qui per prenderti
Per catturarti

Forse domani
Potremo vivere
Davvero liberi
Giorni di cui la paura
Non sporcherà
Le ore

inviata da B.B. - 24/2/2018 - 23:03


e che ti dico... cerca di allargarti gli orizzonti e di uscire da una certa, ma molto stretta, ottica di un piemontese "primoelettorale"...

La gente inerte, i civili, muoiono oggi a Guta orientale, in Sudan, in Iraq, in Afganistan, nell'Oriente dell'Ucraina, mica a Torino...

Keep smiling

bon exuma


https://www.youtube.com/watch?v=FMfFeQDJaqM

krzyś Ѡ - 26/2/2018 - 00:59



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org