Lingua   

Talkin' 'Bout A Revolution

Tracy Chapman


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Across The Lines
(Tracy Chapman)
Why?
(Tracy Chapman)
Heaven's Here On Earth
(Tracy Chapman)


[1988]
Lyrics and Music by Tracy Chapman
Testo e musica di Tracy Chapman
Da/from Tracy Chapman

trpDa un po' di tempo non inserivo una canzone che ha bisogno di due righe di giustificazione e di presentazione. Di solito, ultimamente mi sono limitato a utilizzare abbastanza di frequente gli "Extra". Ma stasera, niente extra. Stasera questa canzone, sicuramente la più famosa di Tracy Chapman, la voglio inserire sotto il suo nome, e a pieno titolo.

Di canzoni che parlano della rivoluzione ce ne sono parecchie in circolazione. La rivoluzione è un soggetto che fa generalmente molta "audience" presso il pubblico, anche quello che tutto è fuorché rivoluzionario. Ci ha, questa rivoluzione, un "appeal" che va al di là del crederci o meno; così facendo viene regolarmente esorcizzata.

Questa canzone parla invece di una rivoluzione sussurrata da chi non ha niente ed è in fila davanti alle porte dell'Esercito della Salvezza (qui da noi diremmo della Caritas) per un piatto di minestra, o dai disoccupati che si accalcano davanti all'ufficio di collocamento. Sono le persone che, nel 1988, anno in cui, nel suo album di esordio che reca come titolo il suo semplice nome, Tracy Chapman, stanno per sollevarsi. E quando si solleveranno, farai meglio a correre, a dartela a gambe.

La canzone è tutta qui. Fatta di poche e semplicissime parole. Nutro una passione smodata per le cose semplici e chiare. Specialmente se dette in pieni "ruggenti anni '80", perché questa è una canzone che sembra provenire da un'altra epoca. Non per niente Tracy Chapman è una ragazza che certe cose le ha vissute sulla sua pelle, come donna e come negra (niente politically correct).

Poche semplici parole che sono una fotografia non solo ancora attualissima, ma che si è ancora aggravata in questo mondo dove il capitale, con le sue code di disoccupati, con le sue masse di emarginati, con le sue minestre distribuite per carità, con le sue guerre, con la "sicurezza" dei bravi cittadini, con la sua "tolleranza zero", sembra avere trionfato.

Ma ancora c'è chi sta parlando di una rivoluzione. Piano piano. Sussurrando. It sounds like a whisper.. E il suggerimento di Tracy Chapman, quello di darvela a gambe, non lo prendete alla leggera. I poveri si stanno sollevando e si prenderanno ciò che è loro. E allora avrete a farne di leggi, di "Patriot Acts", di guerre e guerricciole. E' una canzone che mette in guardia, questa. [RV]
Don't you know they're talking about a revolution
It sounds like a whisper
Don't you know they're talking about a revolution
It sounds like a whisper

While they're standing in the welfare lines
Crying at the doorsteps of those armies of salvation
Wasting time in unemployment lines
Sitting around waiting for a promotion

Don't you know they're talking about a revolution
It sounds like a whisper

Poor people are gonna rise up
And get their share
Poor people are gonna rise up
And take what's theirs

Don't you know you better run, run, run, run, run, run, run, run, run, run, run, run, run
Oh I said you better run, run, run, run, run, run, run, run, run, run, run, run, run

Finally the tables are starting to turn
Talking about a revolution
Finally the tables are starting to turn
Talking about a revolution oh no
Talking about a revolution oh no

While they're standing in the welfare lines
Crying at the doorsteps of those armies of salvation
Wasting time in unemployment lines
Sitting around waiting for a promotion

Don't you know you're talking about a revolution
It sounds like a whisper

And finally the tables are starting to turn
Talking about a revolution
Finally the tables are starting to turn
Talking about a revolution oh no
Talking about a revolution oh no
Talking about a revolution oh no

inviata da Riccardo Venturi - 13/3/2007 - 23:24




Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi
12 marzo 2007
PARLANDO DI RIVOLUZIONE

Non lo sai, parlano di rivoluzione
pare un sussurro,
Non lo sai, parlano di rivoluzione
pare un sussurro

Mentre sono in coda per il sussidio,
mentre piangono alla porta degli eserciti della salvezza
mentre perdono tempo agli uffici di collocamento
mentre non fanno niente aspettando una promozione

Non lo sai, parlano di rivoluzione
pare un sussurro

I poveri stanno per ribellarsi
e prendersi ciò che gli spetta
I poveri stanno per ribellarsi
e prendersi quel che è loro

Non lo sai, faresti meglio a dartela a gambe, a gambe, a gambe, a gambe
Ho detto che faresti meglio a dartela a gambe, a gambe, a gambe, a gambe

Finalmente tutto sta per arrovesciarsi
parlando di rivoluzione
finalmente tutto sta per arrovesciarsi
parlando di rivoluzione

Mentre sono in coda per il sussidio,
mentre piangono alla porta degli eserciti della salvezza
mentre perdono tempo agli uffici di collocamento
mentre non fanno niente aspettando una promozione

Non lo sai, parlano di rivoluzione
pare un sussurro

Finalmente tutto sta per arrovesciarsi
parlando di rivoluzione
finalmente tutto sta per arrovesciarsi
parlando di rivoluzione,
parlando di rivoluzione,
parlando di rivoluzione.

14/3/2007 - 00:00




Lingua: Francese

Versione francese da questa pagina
Version française d'après cette page
PARLER DE RÉVOLUTION

Sais-tu qu’ils parlent de révolution
Ça sonne comme un murmure
Sais-tu qu’ils parlent de révolution
Ça sonne comme un murmure

Tandis qu’ils font la file à l’assistance publique
Pleurent aux portes de ces armées du salut
Perdent leur temps dans les files de chômeurs
Patientent, figés, dans l’espoir d’une promotion

Sais-tu qu’ils parlent de révolution
Ça sonne comme un murmure

Les pauvres gens vont se révolter
Pour s’emparer de leurs biens
Les pauvres gens vont se révolter
Pour prendre ce qui leur revient

Sais-tu que tu ferais mieux de fuir, fuir, fuir…
A mon avis, tu ferais mieux de fuir, fuir, fuir…

Mais enfin les choses commencent à bouger
A force de parler de révolution
Mais enfin les choses commencent à bouger
A force de parler de révolution

Tandis qu’ils font la file à l’assistance publique
Pleurent aux portes de ces armées du salut
Perdent leur temps dans les files de chômeurs
Patientent, figés, dans l’espoir d’une promotion

Sais-tu qu’ils parlent de révolution
Ça sonne comme un murmure

Mais enfin les choses commencent à bouger
A force de parler de révolution
Mais enfin les choses commencent à bouger
A force de parler de révolution
A force de parler de révolution
A force de parler de révolution.

inviata da Riccardo Venturi - 14/3/2007 - 00:48




Lingua: Spagnolo

Versione spagnola di Riccardo Venturi
13 marzo 2007
Versión castellana de Riccardo Venturi
13 marzo 2007
HABLANDO DE REVOLUCIÓN

¿Sabes qué? Están hablando de revolución
Suena como un susurro
¿Sabes qué? Están hablando de revolución
Suena como un susurro

Mientras están en las colas de caridad
Llorando en los umbrales de los ejércitos de salvación
Perdiendo el tiempo en la cola de desempleo
Sentados esperando una oportunidad

¿Sabes qué? Están hablando de revolución
Suena como un susurro

Gente pobre se sublevará
Y tomará su parte
Gente pobre se sublevará
Y cogerá lo que les pertenece

¿Sabes qué? Harías mejor de huir, huir, huir, huir
Yo te digo: harías mejor de huir, huir, huir, huir

Por fín la tortilla se volverá
hablando de revolución
por fín la tortilla se volverá
hablando de revolución

Mientras están en las colas de caridad
Llorando en los umbrales de los ejércitos de salvación
Perdiendo el tiempo en la cola de desempleo
Sentados esperando una oportunidad

¿Sabes qué? Están hablando de revolución
Suena como un susurro

Por fín la tortilla se volverá
hablando de revolución
por fín la tortilla se volverá
hablando de revolución
hablando de revolución
hablando de revolución

14/3/2007 - 01:02


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org