Lingua   

Mani in tasca, rami nel bosco

Modena City Ramblers
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Santa Maria del pallone
(Modena City Ramblers)
A volte
(Stefano "Cisco" Bellotti)
Coi piedi per terra
(Modena City Ramblers)


2017
Mani come rami, ai piedi radici
mani-radici

Mani in tasca, rami nel bosco, dove il testo spicca sulla musica ed è in grado di smuovere la nostra coscienza facendoci riappropriare delle speranze perdute, lasciandoci in bocca il gusto straziante della rinascita e della vita attraverso metafore in peno stile MCR.
tuttorock.net
Leggera come se nulla potesse cambiarla
che ogni cosa rimanga al suo posto
Fra mani in tasca e rami nel bosco
Per trattenere la luce di nascosto

Di guardia, fare la guardia alla pace ha un costo
dice chi è ricco e di questo è disposto
Allora fermi, divise e giubbotto
Che quelli sparano e non è un complotto
Che quelli pregano, male e col botto

È notte, vien la notte, c’è chi di pace ora riposa.
C'è chi la veste da venere o sposa, ma non per tutti è la stessa cosa
in un tramonto, la spina o la rosa, lascia che il cielo nel buio esploda
In una nuvola rossa di fuoco, in uno sguardo rivolto a ogni luogo

Lontano, chi là paura la tiene distante
Un solo uomo che cosa può fare
Come un lupo ha bisogno del branco
Come un lupo ha bisogno di un capo

Ripeti, ripeti, ripeti, ripeti che sei luce
E non quel vaso rovesciato con ancora l‘odore del fiore

È notte, vien la notte, c’è chi di pace ora riposa.
C'è chi la veste da venere o sposa, ma non per tutti è la stessa cosa
in un tramonto, la spina o la rosa, lascia che il cielo nel buio esploda
In una nuvola rossa di fuoco, in uno sguardo rivolto a ogni luogo

Ripeti, ripeti, ripeti, ripeti che sei luce
E non quel vaso rovesciato con ancora l‘odore del fiore

inviata da dq82 - 6/5/2017 - 20:26



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org