Lingua   

Il aurait dû

Gabriel Yacoub


Lingua: Francese


Ti può interessare anche...

Malicorne: Dormeur
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
Dans la ville où je suis (ou La fille du boucher)
(Gabriel Yacoub)
Stone Cold Corruption (A Tribute to Bush)
(Electric Shadow)


[2008]
"Il aurait dû" di Gabriel Yacoub
dal cd: "De la nature des choses"
Le Roseau | Harmonia Mundi

yacounature


Ciao a tutti, propongo questa protest song, anche considerato:

1- l'incondizionato amore nei confronti di Malicorne che il sottoscritto condivide con Sir Riccardo

2- che finora non era presente nell'elenco nessuna canzone contro la guerra a nome di Gabriel Yacoub e la cosa mi dispiace

3- che in rete c'è un video simpaticissimo della canzone dal titolo "Il aurait dû, Gabriel Yacoub et Arthur" che si contrappone perfettamente all'argomento della canzone

4- che probabilmente non molti sono a conoscenza che la suddetta canzone si riferisce a George W. Bush e al suo maledetto ordine di guerra in Irak.

Flavio Poltronieri
Il avait dit quelques jours et c’est fini
Il avait dit quelques ruines et quelques vies
Rien de pis c’est ce qu’il nous avait dit

Il a fait croire qu’on pouvait refaire l’histoire
Il a fait croire sans patience ni savoir
Sans mémoire c’est ce qu’il nous a fait croire

Il aurait dû savoir que ruse est vertu
Il aurait dû flatter le chien qui l’a mordu
Il aurait dû il aurait dû s’il avait su

Il a parlé du dieu qui était de son côté
Il a parlé du bien du mal et du pêché de liberté
C’est ce dont il a parlé

Il aurait dû savoir que ruse est vertu
Il aurait dû flatter le chien qui l’a mordu
Il aurait dû il aurait dû s’il avait su

Il laisse derrière sous une couche de poussière
Laisse derrière parmi des foules ordinaires
La colère c’est ce qu’il laisse derrière

Je voudrais tant sans être mage ni savant
Je voudrais tant dire que certains de mes parents
Au Liban auraient instruit le président

Il aurait dû savoir que ruse est vertu
Il aurait dû flatter le chien qui l’a mordu
Il aurait dû il aurait dû s’il avait su

Il restera peut-être les journaux les poètes
Il restera sans doute quelques flammes sous la voûte
Céleste immense indifférente

Il aurait dû savoir que ruse est vertu
Il aurait dû flatter le chien qui l’a mordu
Il aurait dû il aurait dû s’il avait su

inviata da Flavio Poltronieri - 3/2/2017 - 11:00



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
3-2-2017 19:29
EH SE SAPEVA

Aveva detto che finiva in qualche giorno
Aveva detto un po' di rovine e qualche morto
Niente di peggio, ecco quel che aveva detto

Ha dato a bere che si poteva rifar la storia
Lo ha dato a bere spazientito ed ignorante,
E smemorato, ecco quel che ci ha dato a bere

Eh, se sapeva che è bene essere un po' furbi
Eh, se sapeva calmarsi un po' i bollenti spiriti
Eh, se sapeva, se sapeva...però non lo sapeva

Ha detto che iddio era dalla sua parte
Ha parlato di bene e male, di peccato e libertà
Ecco di cosa ha parlato

Eh, se sapeva che è bene essere un po' furbi
Eh, se sapeva calmarsi un po' i bollenti spiriti
Eh, se sapeva, se sapeva...però non lo sapeva

Si lascia dietro, sotto uno strato di polvere
Si lascia dietro, tra masse di gente qualunque,
La collera, ecco quel che si lascia dietro

E vorrei tanto, senz'esser mago né sapiente,
Vorrei tanto dire che qualche mio parente
In Libano, glielo avrebbe fatto capire al presidente

Eh, se sapeva che è bene essere un po' furbi
Eh, se sapeva calmarsi un po' i bollenti spiriti
Eh, se sapeva, se sapeva...però non lo sapeva

Resteranno forse i giornali e i poeti
Resterà certo qualche fiamma sotto la volta
celeste immensa indifferente

Eh, se sapeva che è bene essere un po' furbi
Eh, se sapeva calmarsi un po' i bollenti spiriti
Eh, se sapeva, se sapeva...però non lo sapeva.

3/2/2017 - 19:29


Sir Riccardo dice che la cosa è tanto più gradita e inaspettata, e può anche valere come una sorta di "regalo" al grande Gabriel Yacoub, visto che proprio domani è il suo compleanno (è nato il 4 febbraio 1952). Bello il titolo dell'album: è, praticamente, la resa francese del De rerum natura di Lucrezio. E si mette pure subito a tradurre! Insomma, grazie Flavio!

Riccardo Venturi - 3/2/2017 - 13:23


Bene, bene, immagino che tocchi a noi due di aggiornare con informazioni e traduzioni l'archivio malicorniano. Dopodomani è il compleanno di Marie, nata Sauvet a Meudon l'anno dopo Gabriel.

Flavio Poltronieri - 3/2/2017 - 13:39


Ah dimenticavo, l'altro ieri invece è stato quello di Gilles Servat...

Flavio Poltronieri - 3/2/2017 - 13:44


I parenti in Libano non sono una invenzione funzionale al testo, il padre di Gabriel aveva davvero quelle origini

Flavio Poltronieri - 3/2/2017 - 19:56


Beh, con un cognome come "Yacoub" è facilmente intuibile... :-P

Riccardo Venturi - 3/2/2017 - 20:37



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org