Lingua   

Lettera a Nicoli

Canta u Populu Corsu


Lingua: Corso


Ti può interessare anche...

Da u 1768 à lu 1769
(Alte Voce)
Figli dell'officina
(Giuseppe Raffaelli e Giuseppe Del Freo)
A Palatina
(Canta u Populu Corsu)


1982
Mimoria
memoria

( Parolle di GhjuvanPaulu Poletti - Musica di Dumenicu Gallet )

Jean Nicoli (San Gavino di Carbini, 27 agosto 1899 – Bastia, 30 agosto 1943) è stato un partigiano francese.

Nato nel paese di San Gavino di Carbini nella Corsica del Sud nel 1899, di professione insegnante, insegnò nell'allora Senegal francese negli anni venti e trenta, divenne membro della Sezione Francese dell'Internazionale Operaia (SFIO) e poi del Partito Comunista Francese, durante l'occupazione italiana della Corsica divenne responsabile del Fronte Nazionale della regione di Ajaccio nel 1942 con Nonce Bienelli e Arthur Giovoni. Organizzò la missione segreta Pearl Harbour arrivando ad Algeri con il sottomarino Casabianca (Q183) il 14 dicembre 1942, dal 6 febbraio 1943 divenne responsabile per la raccolta di armi dell'operazione, assieme agli agenti della missione Toussaint e Pierre Griffi, Laurent Preziosi e Roger de Saule. Arrestato dall'OVRA nel giugno 1943, venne condannato a morte per decapitazione il 30 agosto dello stesso anno a Bastia.
Eramu in lu quaranta tre
U focu era universale
Arriti s'eranu tant'omi
Daret'a la fiama nustrale
Rispundendu a la to chjama
Cu lu Fronte Naziunale.

Tutt'ognunu s'era addunitu
Contr'a quel'indegnu macellu
Piu di un giuvanottu arditu
E donne, i vechji e li zitelli
Sottu a la bandera libera
Quella di li corsi ribelli.

Di a liberta di u mondu
Ne fusti un bellu sullatu
Contr'a e milizie fascite
S'he spentu fieru lu to fiatu
Quand'una matina d'aostu
Tu morsi degnu e rivultatu.

Da e cime valle a e piane
Chjuccavanu tante ciccone
A rivolta fu pruclamata
Intornu a lu vechju fucone
E in un frombu di fucile
Fu salvata a vechja Nazione.

Eu quandu vegu l'inghjustizia
Cum'elli a ci volenu impone
Quantu mi pare sempre viva
Quella lettera testimone
Che tu c'hai lasciatu un ghjornu
In lu fondu di a to prigione.

Oghje u to populu he sempre in lotta
Per una causa universale
He sempre rittu u to figliolu
Rossa he la fiama nustrale
Chi schjarisce la strada nova
Di u Fronte Naziunale

inviata da Dq82 - 9/12/2016 - 11:35


Ho potuto ascoltare la storia di Jean Nicoli da uno dei figli, Jacques, che è stato per molti anni compagno di una zia di mio padre, a Parigi: un Corso orgoglioso ma senza retorica, e, ovviamente, antifascista.

Cristina - 13/12/2016 - 18:28



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org