Lingua   

Valzer della toppa

Laura Betti
Lingua: Italiano (Romanesco)


Ti può interessare anche...

Li soprani der Monno vecchio
(Giuseppe Gioacchino Belli)
Er testamento d’un arbero
(Trilussa)
Gabriella
(I Gufi)


[1960]
Parole di Pier Paolo Pasolini
Musica di Piero Umiliani
Nel disco “Laura Betti con l'Orchestra di Piero Umiliani”
Celebre anche nell'interpretazione di Gabriella Ferri

Laura Betti con l'Orchestra di Piero Umiliani

Una sbronza allontana per un attimo una puttana di Roma dalla sua squallida vita, un'improvvisa allegria disperata che le dà il coraggio di allontanare in malo modo i clienti e di riassaporare una bellezza e una purezza ormai perdute...
Me sò fatta un quartino
m’ha dato a la testa
ammazza che toppa!
A Nina, a Roscetta, a Modesta,
lassateme qua!

An vedi le foje!
An vedi la luna!
An vedi le case!
E chi l’ha mai viste co’ st’occhi?
Me viè da cantà.

Lassame perde, va da n’altra,
stasera, a cocco, niente da fa!
E poi so’ vecchia, ciò trent’anni
e er mondo ancora l’ho da guardà!

Mamma mia che luci
che vedo qua attorno!
Le vie de Testaccio
me pareno come de giorno,
de n’artra città!

An vedi le porte!
An vedi li bari!
An vedi la gente!
An vedi le fronne che st’aria
te fa sfarfallà!

Va via moretto, fa la bella,
stasera godo la libertà,
spara er Guzzetto e torna a casa
che mamma tua te stà a aspettà!

Me sò presa la toppa
e mò so felice!
Me possi cecamme
me sento tornata a esse un fiore
de verginità!

Verginità! Verginità!
Me sento tutta verginità!
Che sarà!
Che sarà!
Che sarà!

inviata da Bernart Bartleby - 8/11/2016 - 20:59



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org