Lingua   

Canto degli stracci

Romolo Prati
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

All the Little Bourgeois Dreams
(Nomeansno)
Thyssen Krupp, in memory of
(Francesco Chiummento)
Everyday Robots
(Damon Albarn)


[1904]
Versi di tal Romolo Prati, oggi sconosciuto poeta e scrittore della Valsesia, Vercelli, nord Piemonte.
Pubblicati il 1° Maggio 1904, Festa dei Lavoratori, sul giornale socialista valsesiano “La Campana”.

Le ciminiere non fanno più fumo

Testo trovato nel volume di Jona, Liberovici, Castelli, Lovatto intitolato "Le ciminiere non fanno più fumo. Canti e memorie degli operai torinesi" (Donzelli 2008)
A voi loschi Barabbi e ciarlatani
col ciondolo sul petto e un rospo in cor,
e col sangue aggrumato in su le mani,
che importa se di fame il popol muor?

Noi stracci siamo, o italici Caini,
gli schiavi antichi de la nuova Età,
voi siete i malfattori sopraffini,
i malfattori de la Libertà.

inviata da Bernart Bartleby - 13/10/2016 - 21:46


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org