Lingua   

Sentíi, o mamma

anonimo
Lingua: Italiano (Lombardo)


Ti può interessare anche...

El Fantasma Del Ziu Gaetan
(Davide Van De Sfroos)
Povero Cristo
(Nanni Svampa)
Classified 1A
(Cher)


[prima metà 800]

“Canzone raccolta in Brianza e pubblicata dalla Spreafico (Maria Adelaide Spreafico, autrice di 'Canti popolari di Brianza', 1959, ndr), risale con tutta probabilità alla prima metà dell’800. In molte canzoni popolari dell'Italia settentrionale ricorre il motivo della promessa del soldato alla sua “morosa” di sposarla appena possibile. Il modo di esprimersi cosi vago (“che 'n quaj dí ti sposerò”) indica molto bene il senso di incertezza sul futuro che dà la partenza per la guerra. 'Vapore' sta qui per treno, come in molte canzoni popolari. Spesso esso è visto con odio, come il simbolo di un potere oscuro che porta via i giovani da casa per lanciarli nella triste avventura della guerra.”



(fonte: Nanni Svampa, “La mia morosa cara. Canti popolari milanesi e lombardi”, 1977, ultima edizione 2007)
Sentíi, o mamma
che passa el vapore
gh’è dent el mio amore
vesti de militar.

Vestí de militare
vestí de lana scura.
“Marietta sta sicura
che 'n quaj dí ti sposerò”

inviata da Bernart Bartleby - 11/8/2016 - 23:15


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org