Lingua   

Makes a Long Time Man Feel Bad

Bob Dylan
Lingua: Inglese

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Valley of the Low Sun
(Jakob Dylan)
CIA Dope Calypso
(Allen Ginsberg)
Nie żałuj mnie
(Tadeusz Nalepa)


[1962]
Parole e melodia tradizionali modificate ed arrangiata da Bob Dylan
Una delle canzoni interpretate da Dylan nel gennaio e nel marzo del 1962 durante una trasmissione radio condotta da Cynthia Gooding a New York City, la prima intervista/esibizione radiofonica dopo l’uscita del suo primo album.
Quelle registrazioni furono pubblicate parecchi anni dopo in diverse raccolte, tra cui per prima quella intitolata “Folksinger's Choice” del 1992.

Folksinger's Choice

Una canzone di prigionia, il lamento di un negro costretto in una “chain gang”, originariamente raccolta da Alan Lomax nel 1947, presso il Lambert Camp del Mississippi State Penitentiary, meglio conosciuto come Parchman Farm. La versione originale, interpretata da tal Benny Will Richardson (prigioniero n° 22) e coro di detenuti neri, ha un testo significativamente diverso, che però non mi è ancora riuscito di reperire in Rete nella sua completezza. Ne vengono riportati solo alcuni spezzoni (“It makes a long-time man feel bad... When he can't-a get a letter... from home... There's a wreck out on the road somewhere... Captain George, don't you drive me all the time... Hattie Belle, don't you cry about a dime...”) che tuttavia non riesco a riscontrare perfettamente all’ascolto.

[http://eil.com/images/main/Alan+Lomax+Murderers+Home+561204.jpg|Murderers' Home]]
Prison Songs

Si trova in alcune raccolte, a partire da “Murderers' Home” del 1957. Da ultima, in “Prison Songs • Historial Recordings From Parchman Farm 1947-48 • Volume One: Murderous Home” del 1997.

E certamente quella raccolta da Lomax doveva essere già il riadattamento di una versione più antica, risalente ai tempi della schiavitù...

Midnight Special

Bella anche la versione “spiritual jazz” di Harry Belafonte nel suo bellissimo album “Midnight Special” del 1962 (di cui mi pregio di possedere l’edizione italiana originale RCA Victor...). Da ricordare che proprio nel brano che apriva e intitolava quel disco c’era - guarda caso - Dylan all’armonica...

Il testo che segue è quello interpretato da Dylan.
It makes a long time man feel bad
It makes a long time man feel bad
When you're out all alone
No letter from your home
It makes a long time man feel bad.

I believe my dear old mother's gone
I believe my dear old mother's gone
I believe she's gone
On to a better land
It makes a long time man feel bad.

Go tell all my friends goodbye
You can tell all my friends so long
You can tell my friends so long
I'll see you next time around
It makes a long time man feel bad.

It makes a long time man feel bad
It makes a long time man feel bad
When your out all alone
And you get no letter from your home
It makes a long time man feel bad.

inviata da Bernart Bartleby - 18/4/2016 - 22:17


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org