Lingua   

La canzone dei migranti

Bloodrockersband
Lingua: Italiano

Guarda il video

Tratta dal concerto di anteprima dell'opera rock Quo vadis - Storie di migranti



Cerca altri video su Youtube

Ti può interessare anche...

The L&N Don't Stop Here Anymore
(Jean Ritchie)
La maglietta rossa di Kobane
(Bloodrockersband)
Pace
(Bloodrockersband)


Riflessioni su una umanità dolente che si interroga sul significato universale dell’accoglienza e della pietà.
Un altro muro, un’altra vergogna
Come a Berlino e come in Spagna
Per non fare i conti con il nostro passato
Cintiamo l’amore col filo spinato
Ma una voce si leva: non fermate i migranti
Perché sono soli, perché sono tanti
Mmh, mmh…

Il destino ci insegue, il destino ci aspetta
Guarda il nostro cammino e non ha alcuna fretta
Ma una voce si leva: non fermate i migranti
Perché sono soli, perché sono tanti
Ora la voce è più forte, aiutiamo i migranti
Perchè la stessa sorte toccherà tutti quanti
Per un atto d’amore ragione non c’è
Ma e’ la stessa pietà che avranno per te!

inviata da Fernando Ianeselli - 15/12/2015 - 15:14



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org