Lingua   

La canzone dei migranti

Bloodrockersband
Lingua: Italiano

Guarda il video

Tratta dal concerto di anteprima dell'opera rock Quo vadis - Storie di migranti



Cerca altri video su Youtube

Ti può interessare anche...

Pace
(Bloodrockersband)
Travelin' Man
(John D. Loudermilk)
La maglietta rossa di Kobane
(Bloodrockersband)


Riflessioni su una umanità dolente che si interroga sul significato universale dell’accoglienza e della pietà.
Un altro muro, un’altra vergogna
Come a Berlino e come in Spagna
Per non fare i conti con il nostro passato
Cintiamo l’amore col filo spinato
Ma una voce si leva: non fermate i migranti
Perché sono soli, perché sono tanti
Mmh, mmh…

Il destino ci insegue, il destino ci aspetta
Guarda il nostro cammino e non ha alcuna fretta
Ma una voce si leva: non fermate i migranti
Perché sono soli, perché sono tanti
Ora la voce è più forte, aiutiamo i migranti
Perchè la stessa sorte toccherà tutti quanti
Per un atto d’amore ragione non c’è
Ma e’ la stessa pietà che avranno per te!

inviata da Fernando Ianeselli - 15/12/2015 - 15:14



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org