Lingua   

Kirie è Criste

Voce Ventu
Lingua: Corso


Ti può interessare anche...

A carta nera
(Voce Ventu)
Ma sœur musulmane
(Muvrini)
I Ghjuvannali
(Canta u Populu Corsu)


Parole di Federicu Poggi
Musica dei Voce Ventu, gruppo corso formatosi nel 1995
Nell’album d’esordio, “Rughju di Vita”, pubblicato nel 2005

Rughju di Vita

Ancora una canzone dedicata a I Ghjuvannali, eretici “catari” o “fraticelli” pauperisti, dissidenti francescani, che nella Corsica del 300 pensarono di poter vivere in una comunità basata sulla totale condivisione del lavoro e del poco necessario, come in quelle cristiane delle origini… Ma nel 1363 il papa Urbano V ne decretò lo sterminio, completato nel 1364 con un grande rogo a Ghisoni, nella regione di Fium'Orbu, alle pendici di due cime che da allora portano i nomi di Kyrie Eleison e Christe Eleison, le invocazioni dei martiri condotti al supplizio “à nome di Cristu santu”



"E in quel medisimo stante, dopo la morte di Goglermo della Rocca, Polo e Arrigo, fratelli bastardi di Golglermo di Laitalà, visto che tutti li signori di Corsica che erano stati sposseduti a tempo di Goglermo della Rocca, tutti erano tornati al loro dominio e signorio, e che per tutto non li era sopra a loro signore nesciuno che le dominasse, procurorno di trovare modo di avere anchora Signoria. Si ritirorno in Carbini, e sotto nome di devotione formorno una certa confratia di homini e di femine, la quale andava cresciendo in quantità, e si chiamavano quelli della confratia li Jovanali. E dopoi cominciorno a dire che non li dovea esserez beni proprii, se non che dovea essere tutto in comune. E per più demostrazione di grande devotione e acquistare più credito et avere dalla sua parte e confratia più concorso di gente alla loro confratia. E Polo era il majore il chiamavano frate Polo et alcuni misser Polo. Era il capo e principale della confratia, e lui con molti confrati comminciorno a caminare per Corsica e passorno li monti verso tramontana. E arrivati in Alesciani frate Polo morse. E la compagnia resto in piedo tanto che se ne ando la fama a Roma ; ed essendo informato il Papa di questa cunfratia, judico che era specie d’eresia. Per il quale mando un frate che si chiamava frate Giorgio Sardo, di ordine di San Francesco, e fece fare la crociata contro li Jovanali in Alisciani, e la una e la altra parte erano tutti Corsi. E la crociata vinse, e restono li Jovanali morti e abbrucciati in quello medisimo luogo."

(Dalle “Chroniche” di Pier’Antonio Monteggiani, cronista corso del 500)

Sonanu triste campane
Kyrie si face cantu
Omi è donne marturiati
Si ne vanu à core frantu
Chì focu face sintenza
À nome di Cristu santu.

Sei culombe sò passate
In lu celu di Ghisone
À lu cantà di lu Kyrie
Lu volu in Razzu si pone
Monte Razzu lu to nome
Sarà Kyrie Eleison.

L’idea fatt’eresia
Si ne fughje u peccatore
Aparta hè la caccia mossa
À nome di u signore
È per pagà lu peccatu
Feranu lu sangue corre.

Lu volu di le culombe
Cum’è un segnu si pone
À l’intunà di lu Criste
In la cima senza nome
O corsi la santa cima
Sarà Criste Eleison.

In la petra per u sempre
Hè sulcatu u vostru nome
Dui cime per memoria
Kyrie è Criste Eleison.
Dui cime per memoria
Kyrie è Criste Eleison.

inviata da Bernart Bartleby - 8/10/2015 - 09:01



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org