Lingua   

Sara e Francesca

Silvia Vavolo
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Romanì
(Silvia Vavolo)
Seguendo la flotta
(Laura Betti)


Sara e Francesca


Milano. Sara e Francesca si amano, perciò si tengono per mano, vivendo con leggerezza e felicità la propria relazione. Sfidano, in questo modo, il pregiudizio e il "dibattito costante" del nostro paese, contrapponendo coraggio e amore.
La valigia pronta
per andarsene a Berlino,
un anello d'oro bianco
messo lì sul comodino,
i rumori di Milano in sottofondo
nella stanza
mentre Sara dice piano:
"ti ho già detto che ti amo",
voce stanca di parlare,
tra promesse di un paese,
"Oggi ho voglia di sognare,camminare,fare spese".

Mentre il mondo si altalena in un dibattito costante,
"Nell'amore, in fondo" dice:
"stare insieme è l'importante".


Sara e Francesca
si tengono per mano
nel centro di
Milano.

Le stesse scarpe ai piedi
e una salita in ogni passo,
se non le guardi
non le vedi, non le vedi.

Sara e Francesca
fanno l'amore sulle stelle,
si scambiano i vestiti,
hanno la stessa pelle.

Sono amiche per qualcuno
e non ci sono per nessuno,
in un palazzo al quarto piano,
nel centro di Milano.

Francesca esce di casa molto presto,
ogni mattina lascia un bacio a Sara,
scritto in un biglietto,
e nel traffico i pensieri si riposano un istante
perché "In fondo nella vita" pensa
"stare bene è l'importante".

Sara e Francesca
si tengono per mano
nel centro di
Milano.

Le stesse scarpe ai piedi
e una salita in ogni passo,
se non le guardi
non le vedi, non le vedi.

Sara e Francesca
fanno l'amore con le stelle,
si scambiano la vita
si scambiano la pelle.

Sono amiche per qualcuno
e non ci crede mai nessuno.

"Amore mio, Milano è il nostro altare,
la promessa è questa vita,
questo coraggio, questo amore."

Sara e Francesca
fanno l'amore sulle stelle,
si scambiano i vestiti,
hanno la stessa pelle.

Sono amiche per qualcuno
e non ci sono per nessuno,
in un palazzo al quarto piano.

inviata da Sab.4 - 4/9/2015 - 18:18



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org