Lingua   

Μπαλάντα για μια λυπημένη χώρα

Ohra Speirohaiti / Ωχρά Σπειροχαίτη




Ti può interessare anche...

Der Kanonen Song
(Bertolt Brecht)
Προσχέδια για την Μακρόνησο
(Ohra Speirohaiti / Ωχρά Σπειροχαίτη)


Baláda gia mia lypiméni hóra
[1997]
Στίχοι: Ωχρά Σπειροχαίτη
Μουσική: Ωχρά Σπειροχαίτη
'Αλμπουμ: Ωχρά Σπειροχαίτη, πρώτος δίσκος

Testo: Ohra Speirohaiti
Musica: Ohra Speirohaiti
Album: Ωχρά Σπειροχαίτη, πρώτος δίσκος ("Ohra Speirohaiti, primo disco")

ohra




In greco, si chiama Ωχρά Σπειροχαίτη il Treponema pallidum, vale a dire il batterio responsabile della sifilide. Particolarmente in Grecia, però, questo termine riporta anche ad una famosa poesia di Kostas Karyotakis, che così esattamente si chiamava. Ma nessuna atmosfera karyotakiana è presente in questa canzone ripresa dal primo disco della band anarchica, del 1997; si tratta di una canzone che parla di repressione, e di quanto sarebbe bello poter fare semplicemente una vita normale, fatta di gesti e cose quotidiane. Non si dice, nella canzone, di quale paese si tratti; anche se una particolarità è il ritornello in lingua turca. Atene? İstanbul? In Grecia, già accostare in una canzone la lingua greca a quella turca ha un valore ben preciso, vale a dire il rifiuto del nazionalismo e la coscienza ben precisa che non è questione di “nazioni”, ma di classi. Questione della repressione che colpisce indiscriminatamente. Per questo il testo di questa canzone è adattabile a qualsiasi paese, a qualsiasi realtà. [RV]
Οι μέρες είναι μαγικές
όταν μπορούμε και γελάμε δίχως φόβο
όταν δεν έχει θάνατο του πρωινού καφέ η κουβεντούλα
οι μέρες είναι φυλακές
όταν η νύχτα πλημμυρίζει βαθμοφόρους
οι μέρες είναι φυλακές
όταν χτυπάνε κάρτα οι βασανιστές

Şiddet büyüleyicidir şiddet umuttur
umutsuz ve sessiz bir
sessiz bir dünyada


Ο χρόνος είναι μαγικός
όταν δεν κρύβονται χαφιέδες στα ρολόγια
όταν γερνάμε σίγουροι με το κεφάλι στο λαιμό μας
ο χρόνος είναι πανικός
όταν ανοίγουν τα ντοσιέ οι στρατοδίκες
ο χρόνος είναι πανικός
όταν μας ζωνει μια τεράστια διαταγή

Şiddet büyüleyicidir şiddet umuttur
umutsuz ve sessiz bir
sessiz bir dünyada


Η πόλη είναι μαγική
όταν φιλιόμαστε στο πάρκο δίχως φόβο
όταν δε γίνονται έφοδοι στα καφενεία και στους σινεμάδες
η πόλη είναι ασφυκτική
όταν την πνίγουν τα εθνικά ιδεώδη
η πόλη είναι ασφυκτική
όταν ξυπνάμε με εμβατήρια χακί

Şiddet büyüleyicidir şiddet umuttur
umutsuz ve sessiz bir
sessiz bir dünyada

inviata da Riccardo Venturi - Ελληνικό Τμήμα των ΑΠΤ "Gian Piero Testa" - 11/4/2015 - 11:30



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
11 aprile 2015

ohraspediskos
BALLATA PER UN PAESE TRISTE

I giorni sono magici
quando possiamo ridere senza paura
quando la mattina al bar non si chiacchiera di morte
i giorni sono galere
quando la notte pullula di sbirri graduati
i giorni sono galere
quando timbrano il cartellino i torturatori

La resistenza violenta è l'unica speranza
in un mondo senza speranza
e senza voce


Il tempo è magico
Quando non ci sono cimici nascoste negli orologi
quando invecchiamo sicuri colla testa ancora attaccata al collo
il tempo è panico
quando i magistrati militari aprono i dossier
il tempo è panico
quando un ordine mostruoso ci incatena

La resistenza violenta è l'unica speranza
in un mondo senza speranza
e senza voce


La città è magica
quando ci baciamo al parco senza paura
quando non ci sono irruzioni nei caffè e nei cinema
la città è soffocante
quando la soffocano i nazionalismi
la città è soffocante
quando ci svegliamo con marce e berretti kakì

La resistenza violenta è l'unica speranza
in un mondo senza speranza
e senza voce

11/4/2015 - 12:54



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org