Lingua   

Fire in the Hole

Hazel Dickens
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

When The Cotton Mill Women Rose
(Mike Stout)
Black Lung
(Hazel Dickens)
Battle of Blair Mountain
(David Rovics)


[1987]
Parole di John Sayles (1950-), regista, sceneggiatore e attore, e Mason Daring (1949-), musicista e compositore, autore di tutte le colonne sonore dei film di Sayles.
Musica di Mason Daring
Interpretata da Hazel Dickens nella colonna sonora del film di John Sayles “Matewan”, 1987.



Di John Sayles ho visto molti film, tutti belli e coraggiosi: “Fratello da un altro pianeta” (1984, un divertente ed ironico “sci-fi” anti-razzista), “Otto uomini fuori” (1988, sull’avidità dell’uomo e la corruzione nel mondo dello sport), “Stella solitaria” (1996, un western sui generis sui grandi temi della verità, della giustizia e della legge - che non sempre coincidono) e soprattutto lo splendido e misconosciuto “Angeli armati” (1997, sul genocidio dei nativi in Guatemala negli anni della dittatura e della guerra sucia)...

“Matewan”

Purtroppo non ho mai visto “Matewan” ma, cercando canzoni sulla Battle of Blair Mountain, ho capito che il film è incentrato su di un episodio analogo e di poco precedente.
Erano infatti gli anni in cui i minatori del West Virginia - costretti a lavorare in condizioni infernali, pagati con coupon spendibili solo negli spacci dei padroni, carne da macello per i profitti delle compagnie - decisero di ribellarsi. Organizzati nell’United Mine Workers (UMW) e nell’International Workers of the World (IWW), guidati da sindacalisti carismatici come John Llewellyn Lewis e Mary Harris "Mother" Jones, i minatori avanzarono le loro richieste di essere pagati di più e in dollari sonanti e affinchè le compagnie investissero più soldi nella sicurezza dei pozzi. Alcune compagnie, intimorite dal livello di organizzazione e di determinazione dei lavoratori, cedettero, ma non la Stone Mountain Coal Company di Matewan che assoldò gruppi di guardie private che cominciarono subito con intimidazioni, pestaggi e incendi. Molti minatori furono cacciati dalle case, di proprietà della compagnia, e costretti a vivere in condizioni precarie in una tendopoli di fortuna allestita alla periferia del paese.



Ma il sindaco Cabell Testerman ed il capo della polizia Sid Hatfield, che erano stati eletti dai cittadini di Matewan, si schierarono dalla parte dei lavoratori e il 19 maggio 1920 si trovarono ad affrontare, armi in pugno, gli sgherri della Baldwin-Felts Detective Agency che la compagnia aveva mandato a distruggere il campo dei minatori. Ne risultò una furiosa sparatoria in cui il sindaco e due minatori rimasero uccisi, ma dall’altra parte rimasero a terra in sette, compresi due dei titolari dell’agenzia di tagliagole.
A Matewan gli scontri continuarono violentissimi, con altri morti, e culminarono pochi mesi dopo nella Battle of Blair Mountain.
Lo sceriffo Sid Hatfield divenne un eroe ma purtroppo l’anno seguente fu ucciso, insieme al suo attendente Ed Chambers, in un’imboscata tesagli dai Baldwin per vendicarsi.
You can tell them in the country, tell them in the town
Miners down in Mingo laid their shovels down
we won’t pull another pillar, load another ton
or lift another finger until the union we have won

Stand up boys, let the bosses know
Turn your buckets over, turn your lanterns low
There’s fire in our hearts and fire in our soul
but there ain’t gonna be no fire in the hole

Daddy died a miner and grandpa he did too,
I’ll bet this coal will kill me before my working days is through
And a hole this dark and dirty an early grave I find
And I plan to make a union for the ones I leave behind

Stand up boys, let the bosses know
Turn you buckets over, turn your lanterns low
There’s fire in our hearts and fire in our soul
but there ain’t gonna be no fire in the hole

There ain’t gonna be no fire in the hole

inviata da Bernart Bartleby - 10/12/2014 - 23:18



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org