Lingua   

Vita di Mussolini

Giovanni Mattioli
Lingua: Italiano (Toscano)



[Coro]
Se pazienti ci state ascoltare
resterete già tutti contenti
dell’Italia i suoi tristi momenti
che ha dovuto attraversar.

[Re Vittorio Emanuele III]
È grande la sventura
di questo popol mio
perdona, o sommo Iddio,
d’ogni commesso error.
A te chiedo consiglio
o mio gentil Badoglio
levami dall’imbroglio
mi raccomando a te.

[Badoglio]
Da Roma rotta ogni corrispondenza
di tutti i fasci della prefettura
a due carabinier di competenza
si consegni il mandato di cattura
sia fatto presto che nessun sia accorto
si prenda Mussolini o vivo o morto.

[Re Vittorio Emanuele III]
All’ingresso voi starete
quando Mussolini sorte
lo si leghi stretto a morte
in prigion si porterà.

[Maresciallo dei Carabinieri]
Ferma, duce, dove vai,
scellerato tradito’
qui da me sei arrestato,
in prigion ti porterò.

[Mussolini]
Son di grado superiore
non mi potete arresta’
io col re devo parlare
mi si lasci in libertà.

[Colonnello dei Carabinieri]
Guarda questo documento
che dal re ne fu firma’
come capo dello Stato
non si nega autorità.

[Un tedesco]
Vieni presto, duce caro,
preparato è l’aeropla’
o a Berlino o a Milano
la salvezza tua sarà.

[Mussolini]
O vieni amico qua, dammi la mano
ti ringrazio d’avermi liberato
ho rifatto il fascio da repubblicano
e presto mi sarò rivendicato
comando che l’esercito italiano
ne sia dalle tue truppe disarmato
Badoglio con Savoia periranno
il tradimento fatto pagheranno.

[Badoglio]
Sire mio, che cosa accade
Mussolini è già scappato
in aereo l’hanno portato
ma dove non si sa.
Partigiani d’Italia correte
senza pace notte e giorno
se ci scappa o Dio che scorno
per l’Italia ne sarà.

[Il capo dei partigiani]
Per Napoli e Palermo e Torino
oggi si formerà un forte squadrone
si giri dell’Italia ogni confino
per ritrovare questo gran testone
ed io che sono esperto partigiano
basta, perdinci, che mi venga alla mano.

[Badoglio]
Sia fatto il tuo volere
per ritrovar la traccia
come un uccello fai la caccia
dell’infame traditor.

[Re Vittorio Emanuele III]
Badoglio vieni vieni
ascolta il mio consiglio
s’è messo lo scompiglio
noi si dovrà fuggir
tu giungi all’aeroporto
prepara l’aeroplano
che suol americano
ci si rifugerà.

[Claretta Petacci]
Idolo corri corri
i Russi con gli Inglesi
siamo legati e presi
o come si farà.

[Mussolini]
Salteremo questa frontiera
coi denari che abbiamo portati
i soldati saranno pagati
e ci lasceranno passar.
Quando avrem passato il confine
voglio empire il tuo viso di baci
in Svizzera andrem rifugiati
e una vita felice farem.

[Il capo dei partigiani]
Ferma stolto dove vai
con codesta malandrina
che l’Italia mettesti in rovina
con la vita dovete pagar.

[Claretta Petacci]
Se liberi ci lascia
questa è una borsa d’oro
ma lascia il mio tesoro
in piena libertà.

[Il capo dei partigiani]
Nulla giova argento ed oro
che m’importa dei quattrini
la Petacci e Mussolini
con la vita pagheran
orsù uniti partigiani
una scarica a mitraglia
che si tolga la canaglia
che l’Italia rovinò.

[Coro]
Si ringrazia chi è stato ascoltare
si ringrazia la famiglia
madre e padre con la figlia
un saluto vi si dà.

Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org