Lingua   

J'en veux pas d'votre guerre

Romain Didier


Lingua: Francese


Ti può interessare anche...

Je ne te salue pas
(Allain Leprest)
Pleure pas
(Romain Didier)
La veuve du soldat inconnu
(Allain Leprest)


(1981)
Parole e musica di Romain Didier
Uscita come singolo (sul lato B di "Comme un premier amour") nel 1981, poi inclusa nel disco dal vivo "Piano Public" del 1986.

Comme un premier amourPiano Public


Una bellissima e viscerale canzone contro la guerra. Abbiamo cercato a lungo il testo, introvabile in rete, alla fine ci siamo decisi a scrivere al sito ufficiale di Romain Didier e in un paio di giorni ci hanno gentilmente inviato il testo. Lo stesso cantante si è detto d'accordo con la pubblicazione sul nostro sito e ci ha proposto anche un altro suo testo che inseriremo prossimamente.
Y’a pas un pays pas une terre d'asile
Où j'puisse dormir tranquille
Au milieu d'la mer j'suis sûr qu'y a même plus une île
A l'abri d'un projectile
Y'a pas un sentier pas un village pas un port
Qui n'soit pas marqué sur les cartes d'état major
Entre deux géants...le monde est vraiment pas grand

J'en veux pas d'votre guerre j'en veux pas
J'voudrais pas mourir sans savoir pourquoi
Et si j'survis j'veux surtout pas finir ma vie
Entre quatre murs dans un abri
J'en veux pas d'votre guerre j'en veux pas
Posez vos armes, posez vos uniformes
Parlez plus bas y'a mes enfants qui dorment

J'suis sûr qu'dans trente ans j'vivrai au bord d'la mer
En face de l'Angleterre
Entouré d'enfants qui f'ront l'école buissonnière
Pour venir voir leur grand père
Les soirées d'hiver on les pass'ra près du feu
On parlera d'hier on coul'ra des jours heureux
J'suis sur qu'dans trente ans
Ça s'ra beaucoup mieux qu'avant...

J'en veux pas d'votre guerre j'en veux pas
J'voudrais pas mourir sans savoir pourquoi
Et si j'survis j'veux surtout pas finir ma vie
Entre quatre murs dans un abri
J'en veux pas d'votre guerre j'en veux pas
Posez vos armes, posez vos uniformes
Parlez plus bas y'a mes enfants qui dorment

J'en veux pas d'votre guerre j'en veux pas
J'voudrais pas mourir sans savoir pourquoi
Et si j'survis j'veux surtout pas finir ma vie
Entre quatre murs dans un abri

J'en veux pas d'votre guerre j'en veux pas
Posez vos armes, posez vos uniformes
Parlez plus bas y'a mes enfants qui dorment

Parlez plus bas y'a mes enfants qui dorment

inviata da CCG Staff & Catherine Petit - 11/9/2014 - 10:24



Lingua: Italiano

Tentativo di traduzione di Lorenzo Masetti
NON VOGLIO LA VOSTRA GUERRA

Non esiste un paese non esiste una terra d'asilo
dove poter dormire tranquillo
In mezzo al mare, ne sono sicuro, non c'è più nemmeno un'isola
al riparo dai proiettili
Non c'è un sentiero, un villaggio, un porto
che non sia marcato sulle carte militari [1]
tra due giganti... il mondo non è poi così grande

Non voglio la vostra guerra, non la voglio
non vorrei morire senza sapere il perché
e soprattutto se sopravvivo non voglio finire la vita
tra quattro mura dentro un rifugio
Non voglio la vostra guerra, non la voglio
mettete giù le armi, posate le uniformi
parlate più piano, ci sono i bambini che dormono.

Sono sicuro che tra trent'anni vivrò in riva al mare
di fronte all'Inghilterra
Circondato di bambini che faranno forca a scuola [2]
per venire a trovare il nonno
Le sere d'inverno le passeremo accanto al fuoco
Parleremo del passato, passeremo giorni felici
Sono sicuro che tra trent'anni
Sarà molto meglio di prima

Non voglio la vostra guerra, non la voglio
non vorrei morire senza sapere il perché
e soprattutto se sopravvivo non voglio finire la vita
tra quattro mura dentro un rifugio
Non voglio la vostra guerra, non la voglio
mettete giù le armi, posate le uniformi
parlate più piano, ci sono i bambini che dormono.

Non voglio la vostra guerra, non la voglio
non vorrei morire senza sapere il perché
e soprattutto se sopravvivo non voglio finire la vita
tra quattro mura dentro un rifugio.

Non voglio la vostra guerra, non la voglio
mettete giù le armi, posate le uniformi
parlate più piano, ci sono i bambini che dormono.

parlate più piano, ci sono i bambini che dormono.
NOTE

[1] La Carte d'État-Major è una carta geografica completa della Francia realizzata nella prima versione nel XIX secolo e compilata da militari (da cui il nome).

[2] Ho usato qui il termine toscano per "marinare la scuola" o "bigiare" come dicono al nord

13/9/2014 - 10:28



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org