Lingua   

Tasche verdi

Gian Piero Testa
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Ítaca
(Lluís Llach)
Questi sbirri chiedon scusa
(Gian Piero Testa)
To Φανάρι του Διογένη
(Nikolas Asimos / Νικόλας Άσιμος)


Sull'aria di "Montagne verdi".
Mi ricordo le tasche verdi
quando c'era l'inflazione
e il governo del ladro Craxi
mi rubò la perequazione

Scendi giù da quella scala
che fa male al capitale
non lo sai ma anche tu ci perdi
con la tassa proporzionale

Rispondevo cambia la tassa
fa sparir la fiscal draga
non son io che gonfio i prezzi
se van giù e va giù la paga

Caro Bettino
non pensare solo a te
tu fai il furbino
ma giù al fiume aspetterò
e passar nell'acqua ti vedrò

Ora ho ancora le tasche verdi
ma è arrivata la deflazione
e il governo del buffo Renzi
vuol bloccar la contrattazione

Non pretendere il contratto
che fa male al capitale
questo Stato ci costa un occhio
e c'è la crisi internazionale

E la la la la la la la la la
e la la la la la la la la la
e la la la la la la la la la
e la la la la la la la la la

Caro Renzino
non pensare solo a te
tu fai il furbino
ma giù al fiume aspetterò
e passar nell'acqua ti vedrò

inviata da Gian Piero Testa - 5/9/2014 - 10:41



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org