Lingua   

Il caso Kappler

Santo Catanuto
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

A Fausto e Iaio
(Santo Catanuto)
I passi del mattino
(Renato Franchi & Orchestrina del Suonatore Jones)
Dietro il filo spinato della vergogna (Il canto di Sémira Adamu)
(Santo Catanuto)


[1977]
Testo e musica di Santo Catanuto
Archivio Proletario Internazionale, Milano

kapp


"La fuga del nazista Kappler, concordata tra il governo Craxi e il cancellierato tedesco, mostra ancora una volta il vero volto dello stato che agisce nel torbido, come sua consuetudine, ammantandosi, invece, sul piano dell'immagine e dello spettacolo, con vesti modernizzate e accattivanti. Un'occasione per mettere in luce un meccanismo noto, fin troppo noto a tutti, che però riesce a passare nell'indifferenza quotidiana dei più e soprattutto riesce a rintanarsi nel materiale rimosso in occasione del rito elettoralistico." - Santo Catanuto, da Catanuto-Schirone, op. cit., p. 320.
Non importa esserci stato.
Ora lo stato,
la macchina ingloriosa e sanguinaria
che in nome di parole
non certo buttate lì a caso
ha mandato al macello
milioni di persone
e altrettante
e certo più ancora le uccide
giorno dopo giorno
con le sue spire violente
o ammantate di false toghe chiare
che chiama con nomi enfatici,
ma prive d'anima
piange
le sue lacrime di giuda
dopo che il tentativo d'alleanza
con la Germania bastarda
è fallito
nelle mobilitazioni.
Nessuna parola
può essere ancora detta
sui crani sfondati di Marzabotto,
sulle orbite vuote delle Ardeatine:
le galere di stato
non fanno giustizia,
le galere di stato
non fanno giustizia.

inviata da Riccardo Venturi - 2/9/2014 - 23:13



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org