Lingua   

Sangue sulle colline

Mariano Deidda


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

L'ultimo minuto di Gianna
(Atarassia Gröp)
I banditi della Acqui
(Yo Yo Mundi)


Poesia di Cesare Pavese (1945)
dall'album "Un paese vuol dire - Deidda canta Pavese" (2011)
Deidda canta Pavese

Vorrei poi proporre una poesia dell'amato Cesare Pavese, composta il 9 novembre del 1945 musicata e interpretata da Mariano Deidda nel cd "Un paese vuol dire" con il titolo di "Sangue sulle colline"

Cesare Pavese


La gloria di una vittoria su un nemico non muta l'approdo finale, nè tantomeno l'onnipotenza di tenere nella mano il destino di qualcun altro, arresta la propria corsa verso la fine: resta solo deserto dove è passato un esercito.
Tu non sai le colline
dove si è sparso il sangue.
Tutti quanti fuggimmo
tutti quanti gettammo
l'arma e il nome.
Una donna ci guardava fuggire.
Uno solo di noi
si fermò a pugno chiuso,
vide il cielo vuoto,
chinò il capo e morì
sotto il muro, tacendo.
Ora è un cencio di sangue e il suo nome.
Una donna ci aspetta alle colline.

inviata da Flavio Poltronieri - 17/6/2014 - 12:45


Vorrei ricordare anche l'interpretazione di Beppe Giampà nel suo CD "I mattini passano chiari" (seconda versione)dedicato interamente a musicare le poesie di Cesare Pavese tratte da "La terra e la morte" e "Verrà la morte e avrà i tuoi occhi".

Flavio Poltronieri - 21/6/2014 - 11:48


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org