Lingua   

L'hana mortu cantande

Pietro Mura


Lingua: Sardo


Ti può interessare anche...

Anghelos
(Piero Marras)
Un’arbor’e pache
(Piero Marras)
Sacco e Vanzetti
(Askra)


[1961]
Versi del poeta sardo Pietro Mura, scoperto dal sottoscritto grazie ad un intervento chiarificatore di Vikmakie, che ringrazio.
Con questa poesia Pietro Mura vinse il primo premio (f. c.) al concorso “Città di Ozieri”.
Musica di Piero Marras.
Nell’album di Piero Marras intitolato “Abbardente” pubblicato nel 1985.

Piero Marras

Trovo il brano anche nel repertorio del coro “Su Nugoresu”, dove però la musica è attribuita a Tonino Puddu, il suo direttore artistico. Si tratta probabilmente di una differente armonizzazione per coro maschile...

Una poesia contro l’odio che uccide la bellezza... Versi che - se non fossero stati composti nel 1961, probabilmente per una delle tante vittime innocenti delle faide isolane - potrebbero benissimo essere dedicati al cileno Víctor Jara o all’orgosolese Peppino Marotto, entrambi uccisi “chin sa cantone in bucca”...
L'hana mortu cantande
Chin sa cantone in bucca.
E mil'han accattau
In s'andala predosa ocros a chelu
Chin su fror'e sa morte
Ispart'in fronte.
Fit solu chin su frittu
E chin sa malasorte;
Chin su bentu mossendeli sos pilos
E in artu sa luna, pompiande.
Non l'hat cubau nemmancu su dolu.
Sos mortores fughios
Che umbra mala,
Los hat bidos su ribu.
E sos seros de luna
Cando dormin sas predas
Si sedet a contare in segretesa
A isteddos e nues
Comente l'hana mortu.
Est ruttu chen'ischire d'haer viviu;
Chen'ischire de morrere;
L'hana mortu cantande
Chin sa cantone in bucca.

inviata da Bernart Bartleby - 9/6/2014 - 21:45




Lingua: Italiano

Traduzione italiana da YouTube
CANTAVA, E L'HANNO UCCISO

Cantava, e l'hanno ucciso
col canto sulle labbra.
E me l'hanno trovato
nel sentiero di pietra, occhi al cielo
con il fiore della morte
in fronte spalancato.
E rimasto solo col freddo
e con la malasorte,
col vento che gli mordeva i capelli
e in alto, testimone, la luna.
I suoi assassini in fuga,
come ombra maligna,
li ha visti il fiume.
E nelle sere di luna
quando le pietre dormono
si siede a raccontare in gran segreto
a stelle e nuvole
come l'hanno ucciso.
E’ caduto senza sapere
d'aver vissuto,
senza sapere di morire.
Cantava, e l'hanno ucciso
col canto sulle labbra.

inviata da Bernart Bartleby - 9/6/2014 - 21:46




Lingua: Sardo

Una versione di esecutore non precisato, in un sardo differente dal nuorese-barbaricino che probabilmente (dico, forse... chi ne sa di più si faccia avanti) usava Pietro Mura. Testo trovato su YouTube.
L’HANA MORTU HANTANDE

L'hana mortu hantande
hin sa cantzone in buha,
e mi l'ana ahattau
in s'andala predosa ocros a helu,
in su frore 'e sa morte isprattu in fronte,
vi solu hin su frittu e hin sa malasorte,
e su ventu mossendeli 'os pilos
e in artu sa luna pompiande.
No l'an huvau nemmancu su dolu
sor mortores fughios che umbras malas,
los ha bidos su rivu
e sor seros de luna,
hando drommin sas predas
e si seden a hontare in segretesa,
a isteddos e nues hommente l'hana mortu,
er ruttu hene l'ishire d'aer viviu
hene l'ishire de morrer
L'hana mortu hantande
hin sa cantzone in buha

inviata da Bernart Bartleby - 9/6/2014 - 21:47


Ho la sensazione che questa poesia Pietro Mura volesse dedicarla ad una persona precisa: Federico García Lorca...

Bernart Bartleby - 9/6/2014 - 21:49


La poesia era dedicata a Melchiorre Murenu, poeta cieco di Macomer (peraltro già citato in questo sito), noto per la sua pungente satira all'indirizzo dei vari signorotti di Bosa e Macomer. L'ipotesi più probabile è che fosse stato ucciso da uno di questi per averlo messo alla berlina con le sue poesie. Fu trovato morto sul letto di un fiume (andala pedrosa).

Ivano - 18/5/2015 - 08:53


Grazie Ivano per aver fatto chiarezza sul destinatario di questa bella poesia.
Credo anche che l'opera di Melchiorre Murenu vada indagata meglio di quanto sia stato fatto fino ad oggi su queste pagine.
Saluti

Bernart Bartleby - 18/5/2015 - 10:48


Confermo che l'armonizzazione di Tonino Puddu è completamente differente da quella di piero marras, ed è per coro. La potete trovare qui:

https://www.youtube.com/watch?v=gC4qYWDU72Y

Una versione ancora diverse è quella del coro Barbagia, qui:
https://www.youtube.com/watch?v=kZ2oDrg6L58

Salvatore - 22/5/2015 - 20:27



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org