Lingua   

Mayapan

Banda Bassotti
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

El Cañon De Las Hermosas
(Banda Bassotti)
Fight No More
(State Radio)
Giunti, tubi, palanche e ska
(Banda Bassotti)


2002
da "L'altra faccia dell'impero"

banda bassotti-laltra faccia dellimpero

"Quanto vale un'oncia di piombo
Quanto un indio poco di più"

Mayapan (Màayapáan in lingua maya moderna e Mayapán in spagnolo) è un sito archeologico pre-colombiano della civiltà Maya, situato nello Stato messicano dello Yucatan, a circa 40 km sud-est rispetto a Mérida e circa 100 km ovest rispetto a Chichén Itzá. Mayapan fu la capitale politica dei Maya nella penisola dello Yucatan dal 1220 al 1440.

Nel 1221, i Maya si ribellarono contro i signori Maya-Toltechi di Chichén Itzá. Dopo una breve guerra civile, i signori delle città più potenti si incontrarono per ricostruire un governo centrato nella penisola. Decisero di costruire la nuova capitale vicino alla città di Telchaquillo, il luogo di origine di Hunac Ceel, il generale che sconfisse i governatori di Chichén Itzá. La città venne costruita all'interno di mura protettive e venne chiamata "Mayapan", che stava a significare "standard della gente Maya". Il capo della ricca e antica famiglia Cocom venne scelto come re, e tutti gli altri signori regionali e le altre famiglie nobili mandarono i propri membri a Mayapan per formare il governo. Questo sistema rimase in uso per oltre 200 anni. Nel 1441 Ah Xupan, membro della potente famiglia Xiu, iniziò a provare risentimento nei confronti della politica adottata dalla famiglia Cocom e organizzò una rivolta. Al termine di ciò la maggior parte dei membri della famiglia Cocom vennero uccisi e la città venne bruciata e abbandonata; la penisola dello Yucatan entrò in un periodo di guerre tra città stato.
E' vestito a festa come un pezzente
Camminava per la città
Non ci accorge di lui
Civile Società
Per i ricchi lui non è niente
Come fosse trasparente
Se esiste o no
Che differenza fà
Quanto vale un'oncia di piombo
Quanto un indio poco di più
Silenzioso il Puma attenderà e Serpente veloce colpirà
Ora anche se vuoi Tu non lo vedi più
Nato nella cità di "E' tutto finito"
Figlio di un uomo senza scarpe
Sua madre la selva lo proteggerà
La montagna Mayapan Mayapan
L'alberà Mayapan
La tua terra
La tua dignità
Non posso stare senza di te
Inseguire Un Sogno
Alle promesse lui dirà Emiliano Zapata
chiedeva terra e libertà
Lo so yo se Y say
Non ritorna indietro La felicità Umoni di vetro
In the Selve Lacandona
stay Non vincerò senza di te

inviata da DoNQuijote82 - 28/2/2014 - 18:37



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org