Lingua   

La belle vie

Jacques Prévert


Lingua: Francese


Ti può interessare anche...

L’œuf dur (La grasse matinée)‎
(Marcel Mouloudji)
Etranges étrangers
(Jacques Prévert)
Qu'est ce que tu crois? (Le maillon)‎
(Marcel Mouloudji)


Versi di Jacques Prévert.
Musica di Joseph Kosma.
Interpretata da diversi artisti, tra i quali Mouloudji e Juliette Gréco.

R-2512163-1298564465

Dans les ménageries
Il y a des animaux
Qui passent toute leur vie
Derriére des barreaux
Et nous on est des frères
De ces pauvres bestieaux

On n'est pas à plaindre
On est à blâmer
On s'est laissé prendre
Qu'est-ce qu'on avait fait
Enfants des corridors
Enfants des courant d'air
Le monde nous a foutus dehors
La vie nous a foutus en l'air

Notre mère c'est la misère
Et notre père le bistrot
Élevés dans des tiroirs
En guise de berceau
On nous a laissés choir
Tous nus dans le ruisseau

Dès notre plus jeune âge
Parqués dans les prisons
Nous dormons dans des cages
Et nous tournons en rond
Sans voir le paysage
Sans chanter de chansons

On n'est pas à plaindre
On est à blâmer
On s'est laissé prendre
Qu'est-ce qu'on avait fait
Enfants des corridors
Enfants des courants d'air
Le monde nous a foutus dehors
La vie nous a foutus en l'air.

inviata da Bernart Bartleby - 23/2/2014 - 16:11




Lingua: Italiano

In italiano è stata interpretata dal misconosciuto cantautore torinese Carlo Credi (1947-1986), nel suo unico disco intitolato “Chi è Carlo Credi?” del 1976.
Testo trovato in un articolo di Mauro Macario su Carlo Credi pubblicato su A-Rivista Anarchica, n. 386 del febbraio 2014.

280481268488
IL SERRAGLIO

Nudi dentro ai serragli
ci sono gli animali
che passano la vita
dietro l'inferriata
e noi siamo i fratelli
di quel povero bestiario

non siamo da compiangere
siamo da biasimare
ci siamo lasciati prendere
cosa avevamo fatto?
figli dei corridoi e delle correnti d'aria
l mondo ci ha sbattuti fuori
la vita ci ha buttati all'aria

La miseria è nostra madre
e nostro fratello il bar
venuti su in cassetti
che ci hanno fatto da letti
a gente ci ha buttato nudi
sul selciato

Fin dalla nostra infanzia
viviamo nelle carceri
e lì giriamo in tondo
senza sentir canzoni
senza vedere il mondo

non siamo da compiangere
siamo da biasimare
ci siamo lasciati prendere
cosa avevamo fatto?
figli dei corridoi e delle correnti d'aria
il mondo ci ha sbattuti fuori
la vita ci ha buttati all'aria…

inviata da Bernart Bartleby - 23/2/2014 - 16:11




Lingua: Italiano

Un’altra traduzione italiana della poesia di Prévert, da Casa Editrice Gigante
LA BELLA VITA

Chiusi dentro i serragli
Ci sono gli animali
Che passano la vita
Dietro un’inferriata
E noi siamo i fratelli
Di quel povero bestiame

Non siamo da compiangere
Siamo da biasimare
Ci siam lasciati prendere
Cosa avevamo fatto?
Figli dei corridoi
Delle correnti d’aria
Il mondo ci ha sbattuti fuori
La vita ci ha buttati all’aria

La miseria è nostra madre
E nostro padre è il bar
Venuti su in cassetti
Che ci han fatto da letti
La gente ci ha buttato
Nudi sul selciato

Fin dalla nostra infanzia
Stivati nelle carceri
Dormiamo tra le sbarre
E lì giriamo in tondo
Senza sentir canzoni
Senza vedere il mondo

Non siamo da compiangere
Siamo da biasimare
Ci siam lasciati prendere
Cosa avevamo fatto?
Figli dei corridoi
Delle correnti d’aria
Il mondo ci ha buttato fuori
La vita ci ha buttati all’aria.

inviata da Bernart Bartleby - 23/2/2014 - 16:12



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org