Lingua   

Dead Man's Boots

Sting


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

The River
(Bruce Springsteen)
Lo sciopero
(Marco Barone)
Love is the Seventh Wave
(Sting)


(2013)
Album: "The Last Ship"
The Last Ship

La Mauretania varata nel cantiere navale della Swan Hunters - Wallsend, Newcastle
La Mauretania varata nel cantiere navale della Swan Hunters - Wallsend, Newcastle


Il nuovo album di Sting raccoglie le canzoni per un prossimo musical che debutterà a Broadway in autunno. L'ispirazione per la storia viene dai ricordi di infanzia del cantante a Wallsend, Newcastle, dove guardava stupito le enormi imbarcazioni costruite dagli operai nel cantiere navale della Swan Hunter che venivano varate nel fiume Tyne.

Come Billy Elliot, adattato in un musical con musiche di Elton John dopo il successo al cinema, la storia del musical di Sting è ambientata durante il declino industriale del nord est dell'Inghilterra durante i governi della Thatcher.

The Last Ship racconta la storia di un gruppo di operai il cui cantiere è minacciato di chiusura che decidono di costruire la loro nave come ultimo atto di ribellione. Si rivolgono a Gideon, un giovane la cui difficile relazione con il padre ha spinto ad andarsene per mare ma che è ora tornato in città, perché diventi il comandante dell'ultima nave.

Per il progetto il cantante, 61 anni, ha riunito dei musicisti folk locali, compreso la cantante del gruppo The Unthanks e la suonatrice di cornamusa Kathryn Tickell. Nell'album sono presenti altri "geordies" (inglesi del nord est), Jimmy Nail e il cantante degli AC/DC, Brian Johnson.

Lo spettacolo e l'album sono forse il lavoro più personale di Sting ad oggi. "C'era il cantiere navale ad un'estremità della cittadina e la miniera di carbone dall'altra. Non ci passava neanche per la testa che ci potesse essere un modo di guadagnare da vivere senza entrare in una di queste due industrie. Io ho deciso di non farlo. L'istruzione e la musica sono diventate la mia via di fuga. Poi negli anni ottanta, è stato tutto chiuso. Da allora vivo con il senso di colpa del sopravvissuto."

L'idea per la storia è nata quando Sting ha letto di un gruppo di operai navali polacchi che progettavano di occupare il loro cantiere minacciato. Si tratta di un'allegoria più che un attacco diretto al governo della Thatcher. "E' un'idea folle per una storia, in realtà" ha detto Sting. "Un'idea donchisciottiana, o addirittura omerica direi".

"Non credo di aver romanzato molto la mia esperienza di bambino nella comunità dove sono cresciuto" dice Sting. "Era un lavoro durissimo e molto pericoloso. In realtà la maggior parte degli uomini che lavoravano nel cantiere lo odiavano con tutto il cuore. E tuttavia provavano un orgoglio immenso per quello che costruivano - per questo esempio palpabile del loro lavoro. Per questo c'è questa ambiguità continua verso i cantieri navali. Erano posti tremendi, orribili, e tuttavia le navi più grandi del mondo venivano costruite lì, e la città intera ne era orgogliosa".


Traduzione parziale di un articolo dell'Independent e di uno del Telegraph


Questa è una delle canzoni centrali del musical, quando Gideon rifiuta di seguire la strada del padre per rimpiazzarlo nel cantiere navale. Dead Man's Boots è un'espressione che indica appunto il seguire le orme del padre per fare lo stesso lavoro, come nel memorabile verso di The River (canzone che Sting ha fra l'altro interpretato in un celebre duetto con il Boss): "They bring you up to do like your daddy done". Gideon si ribella a questo destino e sceglie una strada diversa. Dalla freschezza e sincerità della canzone possiamo scommettere che si tratti di un racconto almeno parzialmente autobiografico (Gideon non è poi così diverso da Gordon, il vero nome di Sting).
You see these work boots in my hands, they'll probably fit ye now my son,
Take them, they're a gift from me, why don't you try them on?
It would do your old man good to see you walking in these boots one day,
And take your place among the men who work upon the slipway.

These dead man's boots, though they're old and curled,
When a feller needs a job and a place in the world,
And it's time for a man to put down roots,
And walk to the river in his old man's boots.

He said, "I'm nearly done and asking this, that ye do one final thing for me!
You're barely but a sapling, and you think that you're a tree.
If ye need a seed to prosper, ye must first put down some roots.
Just one foot then the other in these dead man's boots."

These dead man's boots know their way down the hill,
They could walk there themselves, and they probably will.
There's a place for ye there to sink your roots,
And take a walk down the river in these dead man's boots.

I said, "Why in the Hell would I do that? And why would I agree?"
When his hand was all that I'd received, as far as I remember.
It's not as if he'd spoiled me with his kindness up to then ye see.
I'd a plan of me own and I'd quit this place when I came of age September.

These dead man's boots know their way down the hill,
They can walk there themselves, and they probably will.
I'd plenty of choices, and plenty other routes,
And he'd never see me walking in these dead man's boots.

What was it made him think I'd be happy ending up like him?
When he'd hardly got two halfpennies left, or a broken pot to piss in.
He wanted this same thing for me, was that his final wish?
He said, "What the hell are ye gonna do?"
I said, "Anything but this!"

These dead man's boots know their way down the hill,
They can walk there themselves and they most likely will.
But they won't walk with me ‘cos I'm off the other way,
I've had it up to here, I'm gonna have my say.
When all ye've got left is that cross on the wall?
I want nothing from you, I want nothing at all.
Not a pension, nor a pittance, when your whole life is through,
Get this through your head, I'm nothing like you,
I'm done with all the arguments, there'll be no more dispute,
And ye'll die before ye see me in your dead man's boots.

10/11/2013 - 18:15



Lingua: Italiano

Tentativo di traduzione di Lorenzo Masetti
GLI STIVALI DEL PADRE

Vedi questi stivali da lavoro che ho in mano, probabilmente ora ti vanno bene figlio mio,
Prendili, sono un regalo, perché non li provi?
Farebbe bene al tuo vecchio vederti camminare in queste scarpe un giorno
E prendere il posto tra gli uomini che lavorano nel cantiere.

Questi stivali per seguire le mie orme, anche se vecchi e rovinati,
Quando un ragazzo cerca un lavoro e un posto nel mondo
Ed è il momento per un uomo di mettere radici
E camminare fino al fiume con gli stivali di suo padre.

Disse, "Sono quasi alla fine e ti chiedo questo, di fare quest'ultima cosa per me!
Non sei che un alberello, e credi di essere un albero.
Se vuoi che un seme cresca rigoglioso, prima bisogna che metta delle radici
Forza, un piede dopo l'altro in questi stivali e segui le mie orme."

Questi stivali conoscono la strada giù per la collina,
potrebbero camminare da soli, e probabilmente lo faranno
C'è un posto per te per mettere radici,
E camminare giù al fiume in questi stivali per seguire le mie orme.

Io dissi, "Perché diavolo dovrei farlo? E perché dovrei essere d'accordo?"
Quando la sua mano è stato tutto ciò che ho ricevuto da lui, per quanto mi ricordo
Non è che fino allora mi avesse viziato con le sue premure, capite.
Avevo un piano tutto mio e avrei lasciato questo posto non appena maggiorenne in Settembre.

Questi stivali conoscono la strada giù per la collina,
potrebbero camminare da soli, e probabilmente lo faranno
Avevo tante altre scelte, e tante altre strade,
e mai e poi mai mi avrebbe visto in quegli stivali a seguire le sue orme.

Cosa mai gli avrà fatto pensare che sarei stato felice a finire come lui?
Quando a malapena gli rimaneva un penny in tasca, neanche il becco di un quattrino.
Davvero voleva lo stesso per me, era questo il suo ultimo desiderio?
Disse, "E che diavolo farai allora?"
Io dissi, "Tutto fuorché questo!"

Questi stivali conoscono la strada giù per la collina,
potrebbero camminare da soli, e probabilmente lo faranno
Ma non cammineranno insieme a me, perché sto andando nell'altra direzione,
Ne ho avuto abbastanza finora, ora dirò la mia,
Ora che tutto ciò che ti rimane è quella croce sul muro?
Non voglio niente da te, non voglio proprio niente,
né una pensione, né un'elemosina, quando la vita è ormai passata,
Mettitelo in testa, non sono per niente come te,
Basta discutere, non c'è più da litigare,
E neanche morto mi vedrai nei tuoi stivali.

10/11/2013 - 19:45


qualche sera fa ho visto Sting in TV, nella trasmissione "che tempo che fa". Ha cantato molto bene e la canzone mi è piaciuta, solamente non capisco una cosa: perché un signore che ha superato i 60 anni viene in TV con una maglietta tutta strappata e bucherellata? non mi piace nemmeno lo smoking, però...
So per certo che spesso chi vende questi capi li strappa e bucherella apposta per poi venderli a un prezzo maggiore. Di solito ci cascano i preadolescenti che vogliono farsi accettare dal gruppo.

Silva - 13/11/2013 - 14:16


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org