Lingua   

Come faremo girare la Francia

La Cantarana


Lingua: Francese



Raccolta dalle voci di cinque cantori (Riccardo Blanc, del 1924, Sigfrido Galliano, del 1915, Sergio ‎Gilli, del 1937, Querino Ughetto, del 1930 ed Enrico Vinçon, del 1934) a Pinasca, frazione ‎Dubbione, bassa Val Chisone, Piemonte. Registrazione del marzo 1986.‎ Si trova nella raccolta intitolata “Tin Tun Teno - Registrazioni dal vivo di cantori e suonatori delle Valli ‎Chisone e Germanasca” pubblicata nel 1989

Purtroppo la collezione citata, come gli altri contenuti originari del sito de La Cantarana ‎‎(www.lacantarana.it), non sono più consultabili on line, salvo far uso della ‎‎Macchina del Tempo…‎

Canto di protesta, diffuso in bassa Val Chisone, contro le condizioni di vita nelle valli piemontesi, ‎che costringevano la gente ad emigrare, in permanenza o stagionalmente, al di là delle Alpi.‎ La volontà di trasferirsi In Francia è qui associata pure al rifiuto del servizio di leva e il riferimento ‎alla ferma di 30 mesi consente di datare il canto agli anni a cavallo fra l’800 e il ‘900, in cui il ‎servizio militare durava appunto due anni e mezzo e il fenomeno della renitenza alla leva, anche per ‎il duro trattamento riservato alle reclute, era abbastanza esteso.‎
Come faremo girare la Francia
senza carte
senza carte della nostra nazion

Faremo fare un gran passaporto
vivo e morto
vivo e morto in Italia mai più

E scriveremo al re d’Italia
qualche cosa
qualche cosa ci manderà a dir

Ci manda a dire tornate in Italia
trenta mesi
trenta mesi a fare il soldà

inviata da Bernart - 9/8/2013 - 11:02


O cielo cielo / come faremo a girare la Francia

Il tema di questo canto - la diserzione - si intreccia con quello dell'emigrazione verso la Francia, fenomeno molto diffuso tra gli abitanti delle vallate alpine. Il canto sembra essere originario della bassa val Chisone e il riferimento alla ferma di leva di 30 mesi, permette di datarlo tra la fine dell'800 e l'inizio del 900. C'è anche chi attribuisce questa canzone al Trentino Alto Adige ma, come sempre, il canto popolare non ha padroni e ne troviamo versioni raccolte in Val Vigezzo e nella bergamasca - con una significativa variante di testo in cui il disertore viene arrestato.
Dal sito Viaggiatori ignoranti



Versione della Val Vigezzo cantata da Lorenzo Valera, Valentina Volonté e Laila Sage, dell'Associazione PassAmontagne



Come faremo a girare la Francia


Come faremo girare la Francia senza carte
senza carte della nostra nazion
Faremo fare un gran passaporto
vivo e morto
vivo e morto in Italia mai più
E scriveremo al re d’Italia
qualche cosa
qualche cosa ci manderà a dir
Ci manda a dire tornate in Italia
trenta mesi
trenta mesi a fare il soldà

O cielo cielo

O cielo cielo sta pure sereno
O cielo cielo sta pure sereno
Che questa notte che questa notte
Noi dovremo partir
Traverseremo pianure e colline
Sulle montagne della Savoja
Disertori sarem
Come faremo a girare la Francia
Senza aver soldi e senza scarpe
Per poter camminar
Domanderemo ‘la nostra regina
Che qualche cosa che qualche cosa
Lei ci manderà a dir
Ci manda a dire tornate in Italia
Turné In Italia turné In Italia
lalalalalala

adriana - 7/11/2015 - 09:53


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org