Lingua   

Sicilia matrimia

Emanuele Marco Bunetto
Lingua: Siciliano


Ti può interessare anche...

Oh chi m’abbinni lària (La Sicilia a lu 1866)
(anonimo)
Morsi cu morsi
(Rosa Balistreri)
My Hometown
(Bruce Springsteen)


Sicilia, madreterra, abbandonata da suo figlio. il figlio, lontano da essa, sente nostalgia e le riconosce, le bellezze che essa gli ha offerto, e pure, all'umanita'.
recitato
Sugnu terra d'amuri
e di ricchizzi pi li me criaturi
ca canta e nun voli duluri...
ni sta terra
v'insignu a luttari
ni sta terra
vi dugnu lu suli..
figghi..
nun mi lassati sula
nun mi lassati sula


- maschera di culiri
sciuri di passiuni
musica ni strati
quanta biddizza c'hai
ju,
ca' crisciu
menzu a sti prati,
virdi colli e grandi vallati
li campani sonanu ancora
la musica to'...
sicilia matri mia
sutta di tia
nascinu cavaleri e sunaturi
tu,
si, pi mia
l'amuri e la ricchizza
pi
l'umanita'
ju...
ca' crisciu
e vogghiu stari
lu me cori sapi
soccu voli...
sentu la to' vuci di luntanu
versu lu me amuri

recitato

l'amuri di na matri
po' purtari carichi pisanti..
manteni gioia...
.. canta quannu voli chianciri
e riri, quannu si scanta.

figghi,
nun vi lassu mai
ju...
nun vi lassu mai

inviata da Rosanna 64 - 20/5/2013 - 16:53



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org