Lingua   

Go Away You Bomb

Bob Dylan


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

A Song For David
(Joan Baez)
The Times They Are A-Changin'
(Bob Dylan)
Valley of the Low Sun
(Jakob Dylan)


(1963)

dylan-goaway


Il primo Bob Dylan, degli anni di protesta e contestazione, riemerge con tutta la sua forza in una canzone inedita che verrà messa all’asta da Christiés il prossimo 26 giugno a Londra.

Si tratta dei versi di “I Want That Bomb”, scritta a macchina dal musicista americano nel 1963, nel pieno della Guerra Fredda. Il brano doveva far parte di un libro di canzoni contro la bomba atomica e la proliferazione delle armi nucleari che però non venne mai pubblicato. La canzone è stata messa in vendita da Izzy Young, fondatore del centro per il Folklore del Greenwich Village a New York e organizzatore del primo concerto di Dylan. Secondo Christiés, il raro documento viene valutato fra le 25 e le 35 mila sterline.
(ansa)

The Independent
Go away you bomb get away go away
Fast right now fast quick you get me sick
My good gal don' like you none an' the kids on my corner are scared a' you
An' my friends 're gettin headaches that split an' spit an'
This kind a feelin' is rubbin' off on me an' I don' like it none too good
I hate the letters in yer word - B that means yer so bad that even
A dead hog (1) in the sun would get up an' run O that stands for orrible
Yer so orrible that the word drops it's first letter and runs M
That stands for morgue an' all them folks in it 're feelin' lucky an' I don'
Mind folks feelin' lucky but I hate that feelin' of envy an' sometimes when
I get to thinkin' bout how lucky they are I get envicious (sic)
of 'm an' that's a bad lonesome feelin' too B- that means bad but that's
The second time so's twice as bad
I hate you cause you make my life seem like nothin' at all
I hate you cause yer name's lost it's (sic) meaning an' you can fool anybody now
I hate you cause yer man made and man owned an' man handled
An' you might be missmade an' miss-owned an' miss handled an' even miss used
An' I hate you cause you could drop on me by accident an' kill me
An' I never liked yuh anyway - I'm against yuh to begin with

An' I hate you twice as much as Jim Crow (2) hates me

I want that bomb - I want it hangin' out a' my pocket an' danglin'
On my key chain- I want it strapped to my belt buckle-
I want it stickin' out a' my boot
I want it falling' out a' my sock
I wanna wear it on my wedding finger an' I wanna tie it with bandanas
To my head

I want that bomb -
I want it settin in my mouth like a cigar
I want it stickin from my ears like a carrot
I wanna look in the mirror an' see it in my eyes
I want one in both hands
I want two in both arms
I want that bomb to be hangin' an' hurtin' an' a'shinin' an burnin'
I want it showin' all over my living self
I want it breathin' from every porthole
I want it blowin' from every pore
I want it weightin' me down so I can't even walk right
I wanna get up in the mornin' and scare the day right out a' it's dawn (3)
Then I walk into the White house an' I say 'Dig Yourselve's'(sic) (4)
Note di Alessandro Carrera da Maggie's Farm

(1) “A dead hog”: "Hog" ha lo stesso significato che in italiano attribuiremmo a "maiale" o meglio a "porco"

(2) "Jim Crow": Intorno al 1830 un fantasista bianco di nome Daddy Rice aveva creato il primo "minstrel show" nel quale un cantante bianco si tingeva la faccia di carbone o di sughero bruciato per assomigliare a un nero e ne faceva la parodia. Rice aveva chiamato "Jim Crow" il personaggio del nero che aveva creato (un caso di Love and Theft, come si vede, anche se in questo caso c'era piu' Theft che Love, probabilmente). Dalla fine del secolo diciannovesimo e soprattutto negli anni '50 il termine e' stato usato per indicare le leggi che autorizzavano la segregazione razziale dei neri, e viene usato ancora oggi per indicare il periodo che va dal 1870 al 1965, nel quale sono state in vigore le leggi sulla segregazione. Quando Dylan dice che Jim Crow lo odia vuol dire naturalmente che i segregazionisti odierebbero uno come lui, un "nigger loving white" (un bianco che ama i negri).

(3) Voglio alzarmi al mattino e far scappare di paura l'alba del giorno, nel senso di "Fargliela vedere a tutti". Notare che la grafia dovrebbe essere: "Scare the day right out of its dawn"; "it's" non e' una grafia modificata, e' proprio un errore che Dylan fa spesso nei suoi manoscritti ("it's" terza persona neutra del verbo essere invece del pronome neutro "its"), ma e' anche l'errore ortografico piu' frequente di tutti gli americani, anche tra persone di cultura.

(4) (Ultimo verso): Questo e' slang anni Sessanta, praticamente intraducibile. Bisognerebbe renderlo con qualcosa di equivalente che si usava in Italia dieci anni dopo, ma si potrebbe tradurre a senso: "Cercate di piacere a voi stessi!" (ovviamente dovrebbe essere "yourselves" e non "yourselve's").

inviata da Lorenzo - 9/5/2013 - 00:09



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Michele Murino e Alessandro Carrera da Maggie's Farm
VATTENE VIA BOMBA

Vattene via Bomba allontanati va vià
Veloce, subito, adesso, mi fai sentire male
Alla mia bella ragazza non piaci per nulla ed i ragazzini giù all'angolo di casa mia sono terrorizzati da te
Ed ai miei amici fai venire un mal di testa che gli fa scoppiare il cervello
Quella stessa sensazione assale me e non mi piace affatto
Odio le lettere nella tua parola - B che significa bad (cattiva), sei talmente cattiva che persino
un cinghiale morto al sole si alzerebbe e si metterebbe a correre
O che sta per orribile
Sei così orribile che la parola abbandona la sua prima lettera e corre
M che sta per morgue (obitorio) e tutte quelle persone lì dentro si sentono fortunate ed a me non
importa delle persone che si sentono fortunate ma odio quella sensazione di invidia ed a volte quando
penso a come sono fortunate io divento invidioso
di loro e questa è una sensazione brutta e triste troppo B - che sta per bad ma è
già la seconda volta perciò è due volte cattiva

Ti odio perchè fai sì che la mia vita sembri non contare nulla
Ti odio perchè il tuo nome ha perduto il suo significato e tu puoi prendere in giro tutti ora
Ti odio perchè ti ha fatta l'uomo e l'uomo ti possiede e l'uomo ti maneggia
E tu puoi essere fatta male e posseduta male e maneggiata male e persino male adoperata
E ti odio perchè puoi cadere su di me per caso ed uccidermi
E comunque non mi sei mai piaciuta - Sono contro di te in primo luogo
E ti odio due volte di più di quanto Jim Crow odia me

Voglio quella bomba - La voglio che penda dalla mia tasca e che ciondoli
dal mio portachiavi - La voglio legata alla fibbia della mia cintura -
La voglio che penda dal mio stivale
La voglio che cada dal mio calzino
Vorrei indossarla sul mio dito nuziale e vorrei legarla con delle bandane
alla mia testa

Voglio quella bomba -
La voglio tenere in bocca come un sigaro
La voglio far pendere dalle mie orecchie come una carota
Vorrei guardare nello specchio e vederla nei miei occhi
Ne voglio una nelle mie mani
Ne voglio due nelle mie braccia
Voglio quella bomba che penda che ferisca che splenda che bruci
che brilli che bestemmi - e fischi e si avvolga
voglio che mi si mostri tutta intera proprio davanti a me
La voglio che respiri da ogni portello
La voglio che soffi da ogni poro
La voglio che mi pesi al punto che io non possa camminare dritto
Voglio alzarmi al mattino e far scappare di paura l'alba del giorno
Poi andrei alla Casa Bianca e direi
"CERCATE DI PIACERE A VOI STESSI!"

inviata da Bernart Bartleby - 19/6/2017 - 22:59


Nei primissimi anni 60 Dylan trascorse parecchio tempo al Folklore Center e fu proprio Izzy Young che nel 1961 organizzò il suo primo concerto da solista, alla Carnegie Chapter Hall di NYC.



Nei primi anni 70 Izzy Young si trasferì in Svezia e a Stoccolma fondò il Folklore Centrum.
Il dattiloscritto con il testo di “Go Away You Bomb” saltò fuori tra altre carte solo qualche anno fa e fu venduto all'asta, fruttando al vecchio Izzy (classe 1928) qualche decina di migliaia di dollari.

Bernart Bartleby - 19/6/2017 - 23:02


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org