Lingua   

Ti sa miga

Alberto D'Amico


Lingua: Italiano (Veneto Veneziano)


Ti può interessare anche...

Canzone del toco
(Canzoniere Popolare Veneto)
מײַן ייִנגעלע
(Moris Roznfeld [Morris Rosenfeld] / מאָריס ראָזנפֿעלד)
Me pare
(Gualtiero Bertelli)


‎[1973]‎
Dall’album “Ariva i barbari”‎

115312460

Sul polo petrolchimico di Porto Marghera, sulle sue vicende industriali (dalla fusione tra ‎Montecatini ed Edison a quella tra Enichem e Montedison, e relativi scandali finanziari) e su quelle ‎giudiziarie (il lungo processo contro i vertici industriali per i tanti operai morti avvelenati dal ‎cloruro di vinile) si vedano le interessanti schede di sintesi ‎preparate da Immacolata Nola dell’Università di Napoli Federico II


‎ ‎
Ti sa miga
cossa xe Marghera:‎
xe quel logo
dove el mar ghe gera
tanto tempo fa
pensa: xe cascà
un pianeta in mar
tuto infogà.‎
Pensa: l'aria
la xe quasi morta,‎
tuto el cielo
brusa come carta,‎
fiame vien e va
alte sora el mar
no se pol vardar
el fogo pol ciecar.‎

Case vecie
a Campalto e in Bàia
ghe n'è tante
piene da maràia
anca quele par
le se brusarà
le deventarà
case nove da fitàr.‎

Tuto brusa
no capisso come
i pensieri
me deventa fiame
foghi vien e va
no vorìa pensar
ma i va su i vien xo
come el Redentor.‎

Ti sa miga
i copi che se lava
mi vorìa
che venisse la piova
‎«piova piova vien‎
che te vogio ben
che te vogio mal
piova va in canal».‎

inviata da Dead End - 12/3/2013 - 09:29


‎“Porto Marghera, un inganno letale”, un film di Paolo Bonaldi, Stefilm 2002.‎

Italia, 1950: Gabriele Bortolozzo è un uomo felice, ha un lavoro vicino a casa e non deve emigrare. ‎Il Petrolchimico di Porto Marghera assume centinaia di operai. I nuovi impianti produrranno grandi ‎quantità di un materiale rivoluzionario: la plastica. Ciò che né Gabriele né i suoi compagni di lavoro ‎sanno è che la lavorazione è devastante per la salute fino a provocare forme diverse di cancro. Il ‎documentario racconta la storia di Gabriele e di come sia riuscito, 50 anni più tardi, a portare in ‎tribunale i manager del Petrolchimico.

La lotta di un operaio contro l'industria chimica di Venezia. Per 40 anni l'indifferenza della classe ‎dirigente del settore petrolchimico ha causato la morte di centinaia di operai per esposizione ‎prolungata a sostanze altamente tossiche. Durante tutti questi anni Gabriele Bortolozzo ha raccolto ‎le prove che hanno portato ad uno dei più famosi casi giudiziari italiani degli ultimi tempi. E ‎nonostante le gravi accuse di omicidio preterintenzionale e disastro ambientale i dirigenti del più ‎grande stabilimento europeo sono stati recentemente assolti. ‎


Dead End - 12/3/2013 - 09:30


‎“Le lacrime amare di Porto Marghera”, un film di Giambattista Assanti, 2007‎

In ricordo degli operai di Porto Marghera, perchè le loro morti non vengano dimenticate.‎


Dead End - 12/3/2013 - 09:31



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org