Lingua   

San Martino del Carso

Giuseppe Ungaretti


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Mio fiume anche tu
(Giuseppe Ungaretti)
Felder von Verdun
(anonimo)
1916
(Motörhead)


[1916]
Versi del grande poeta e scrittore italiano, originariamente nella raccolta «Il porto sepolto» (1917), poi ne «L’allegria» (1931 e seconda edizione ampliata nel 1942).
Musica di Lorenzo Tempesti, compositore di colonne sonore originario di Udine.



San Martino del Carso (San Martin dal Cjars in friulano, Martinščino in sloveno) è una frazione di Sagrado, Gorizia. Durante la Grande Guerra il paese fu luogo di furiosi combattimenti (trincee «delle Frasche» e «dei Razzi») e venne completamente raso al suolo.
Valloncello dell'Albero Isolato, il 27 agosto 1916

Di queste case
non è rimasto
che qualche
brandello di muro

Di tanti
che mi corrispondevano
non è rimasto
neppure tanto

Ma nel cuore
nessuna croce manca

È il mio cuore
il paese più straziato

inviata da Dead End - 19/2/2013 - 14:34


Ungaretti scrisse questa celebre poesia esattamente100 anni fa, il 27 agosto 1916.

San Martino del Carso

28/8/2016 - 00:33



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org