Lingua   

Il trenino che parte e va

Caterina Bueno
Lingua: Italiano (Toscano)

Guarda il video


Lucilla Galeazzi, Riccardo Tesi e Maurizio Geri


Altri video...


Ti può interessare anche...

Ir lavoro nelle vigne
(anonimo)
Είχα φυτέψει μια καρδιά
(Mikis Theodorakis / Mίκης Θεοδωράκης)
Ottave in rima per Lorenzo Bargellini detto "Mao"
(Anonimo Toscano del XXI secolo)


Attività estrattiva in sotterraneo, foto storica dell'Archivio Fotografico del Centro di Documentazione delle Miniere di Lignite di Cavriglia.
Attività estrattiva in sotterraneo, foto storica dell'Archivio Fotografico del Centro di Documentazione delle Miniere di Lignite di Cavriglia.


Canzone del dopoguerra raccolta a Cavriglia che risale al periodo delle grandi lotte nelle miniere. Veniva cantata per fare colletta dalle donne (le mogli dei minatori) che la mattina partivano in treno per scendere a San Giovanni Valdarno.

Togni è Giuseppe Togni, ministro dell'industria nel 1948.

Note tratte da Sopra i tetti di Firenze, omaggio a Caterina Bueno di Riccardo Tesi & Maurizio Geri. Nel disco omaggio la canzone è cantata da Lucilla Galeazzi.
caterina-bueno
Ecco il trenino che parte e va
a San Giovanni deve portà.
Donne dei minatori
fiere nei loro cuori
che tutti i giorni debban lottà
per un pezzo di pan.

Bada governo bada, gl'è tinta male,
si chiede solamente di lavorare.
Basta con le promesse fatte da Togni,
si chiede pane e te non ti vergogni.

Ecco il trenino che parte e va
a San Giovanni deve portà.
Donne dei minatori
fiere nei loro cuori
che tutti i giorni debban lottà
per un pezzo di pan.

Bada governo bada, gl'è tinta male,
si chiede solamente di lavorare.
Basta con le promesse fatte da Togni,
si chiede pane e te non ti vergogni.
Negare pane poi un è da cristiani
per voi si mangerebbe sempre domani.

16/2/2013 - 21:46



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org