Lingua   

Beppe e Tore

Modena City Ramblers
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Peppino e il mulo
(Kento)
Mafia e parrini
(Rosa Balistreri)
Briciole e spine
(Modena City Ramblers)



2013
Niente di nuovo sul fronte occidentale
MCR-niente di nuovo

Niente di nuovo sul fronte occidentale è un doppio album studio dei Modena City Ramblers, il tredicesimo della loro carriera. Sono diciotto le canzoni contenute nell'album: scritte, arrangiate e prodotte dai Modena City Ramblers.

Lato A: Niente di nuovo: Niente di nuovo sul fronte occidentale - Occupy World Street - È primavera - C'era Una Volta - La Guèra D'L Baròt - Pasta nera - Fiori d'Arancio e Baci di Caffè - La luna di Ferrara- Beppe e Tore
Lato B: Sul fronte occidentale: Il Violino di Luigi - Due magliette rosse - Tarantella Tarantò - La Strage delle fonderie - Afro - Kingstown Regatta - Il giorno che il cielo cadde su Bologna - Nostra Signora dei Depistati - Briciole e spine



Barbara Bizzo con i figli Salvatore e Giuseppe Asta
Barbara Bizzo con i figli Salvatore e Giuseppe Asta


Gentile direttore, Margherita Asta ha perso due fratelli gemelli di 6 anni, Salvatore e Giuseppe e la mamma, Barbara Bizzo, nell'attentato mafioso avvenuto il 2 Aprile 1985 a Pizzolungo, vicino a Trapani. Oggi Margherita si sposa e Don Ciotti, presidente di Libera, l'accompagnerà all'altare - come se fosse il padre, Nunzio, che non c'è più - e ne celebrerà le nozze. Anche questa è una notizia che dovrebbe occupare la prima pagina del vostro giornale, perché è una notizia bella, di speranza e non di rassegnato dolore.
Dalle note del libretto del CD
Profumo di mare,
quel giorno di Aprile
due bimbi correvano per il cortile.
Beppe scappava, Tore inseguiva
giocavano felici
mentre il sole saliva.
Poi presero penne, quaderni e cartelle, passarono in fretta
cortile e cancello.
Mamma aspettava seduta al volante, un giorno di scuola,
una mattina come tante.
Beppe da grande voleva guidare un'astronave e su Marte volare.
Tore diceva di esser campione
come Maradona a calciare il pallone.
Erano pieni di sogni e avventure,
draghi e soldati con le armature,
pirati, balene ed orchi fumanti,
Beppe e Tore con la vita davanti.
La solita strada, profumo di mare,
vivi guardavano l'auto passare,
poi all'improvviso un lampo accecante, tuono malvagio, un boato assordante.
Di colpo la notte su quella strada, solo una macchia rossa sul muro, con l'astronave ora Beppe volava.
Tore con la palla sul prato giocava

inviata da DoNQuijote82 - 14/2/2013 - 12:27



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org