Lingua   

Andr’oda taboris

anonimo


Lingua: Romanes


Ti può interessare anche...

Buna
(Primo Levi)
Dämmerung senkte sich von oben…
(Johann Wolfgang Von Goethe)
La romani
(Francesca Solleville)


‎[Prima metà degli anni 40]‎

Canto di Rom slovacchi internati nei lager, sull’aria di “Chajori Romani”, canzone tradizionale dei ‎Roma.‎



Già prima dell’annessione della regione dei Sudeti alla Germania nazista nel 1939 in Slovacchia ‎venne instaurato un regime fascista, guidato da religiosi cattolici come Jozef Tiso e Andrej Hlinka, ‎che per tutta la guerra garantì l’appoggio ad Hitler. Il regime slovacco collaborò anche nella ‎persecuzione di ebrei e zingari. Ben 58.000 ebrei, circa il 75% della comunità ebraica slovacca, finì ‎nei campi di concentramento; la popolazione zingara era di numero sensibilmente inferiore e i suoi ‎membri all’inizio furono internati in campi di lavoro, dove tuttavia le condizioni di vita erano ‎terribili e che comunque nel 1944, dopo la fine del governo indipendente e l’occupazione tedesca, ‎passarono sotto il controllo nazista. Migliaia furono gli zingari slovacchi a morire in campi come ‎quello di Lety, nel distretto di Písek, che per molti furono poi solo l’anticamera di Auschwitz.‎
Andr’oda taboris, joj,
phares buti keren
phares buti keren, joj
mek mariben chuden.

Ma maren, ma maren, joj
bo man murdarena,
hin man khere chave, joj
ko len likerela?‎

inviata da Dead End - 21/11/2012 - 14:47



Lingua: Italiano

Traduzione italiana da “Le persecuzioni contro gli zingari: una pagina tragica e poco conosciuta", a ‎cura di Angelo Arlati, Francesca Manna e Carlo Cuomo, 1997.‎
NEL CAMPO DI LAVORO

Nel campo di lavoro
ci fanno lavorare
ci fanno lavorare, joj
e ci picchiano.

Non picchiatemi, joj,
così mi ammazzate,
ho bambini a casa, joj,
chi li alleverà?‎

inviata da Dead End - 21/11/2012 - 14:48



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org