Lingua   

Down in the Old Dark Mills

Joe Hill


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Abandono (Fado Peniche)
(Amália Rodrigues)
Black Lung
(Hazel Dickens)


‎[1913]‎
Canzone pubblicata nell’edizione del 1913 del “Little Red Songbook”, il libretto di canti dell’IWW ‎‎(Industrial Workers of the World)‎
Sulla melodia di “Down by the Old Mill Stream”, canzone molto popolare scritta nel 1908 da Telle ‎Taylor.‎



Lui e lei, quindicenni, si conoscono in fabbrica, nella nera fabbrica dove entrambi lavorano ‎duramente per un paga da fame. I due innamorati dicidono di sposarsi presto ma lui ha un incidente, ‎il braccio intrappolato e maciullato in una delle macchine infernali. Il suo destino è quello di ‎disoccupato e barbone, quello di lei di rimanere schiava nella nera fabbrica…‎
How well I do remember
That mill along the way,
Where she and I were working
For fifty cents a day.
She was my little sweetheart;
I met her in the mill
It's a long time since I saw her.
But I love her still. ‎

Down in the Old Black Mill,
That's where first we met.
Oh! that loving thrill
I shall ne'er forget;
And those dreamy eyes,
Blue like summer skies.
She was fifteen
My pretty queen
In the Old Black Mill.‎

We had agreed to marry
When she'd be sweet sixteen.
But then, one day I crushed it
My arm in the machine.
I lost my job forever
I am a tramp disgraced.
My sweetheart still is slaving
In the same old place.‎

Down in the Old Black Mill,
That's where first we met.
Oh! that loving thrill
I shall ne'er forget;
And those dreamy eyes,
Blue like summer skies.
She was fifteen
My pretty queen
In the Old Black Mill.‎

inviata da Dead End - 14/9/2012 - 09:40



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
24 aprile 2015

Due parole del traduttore. Ho tradotto con "fabbrica", ma deve naturalmente sottintendersi che un "mill" (che in origine significa "molino") è costantemente una fabbrica tessile ("cotton mill" è il cotonificio).
LA' NELLA NERA E VECCHIA FABBRICA

Come ricordo bene
quella fabbrica lungo la strada
dove io e lei lavoravamo
per cinquanta cents al giorno.
Era la mia piccola ragazza;
la avevo conosciuta in fabbrica
oramai tanto tempo fa;
ma la amo ancora.

Là nella nera e vecchia fabbrica
ci eravamo conosciuti.
Oh! Quel fremito d'amore
non lo dimenticherò mai.
E quegli occhi sognanti
azzurri come cieli estivi.
Aveva quindici anni
la mia graziosa regina
nella nera e vecchia fabbrica.

Avevamo deciso di sposarci
quando avrebbe compiuto sedici anni.
Ma, un giorno, il mio braccio
rimase schiacciato nel macchinario.
Persi il lavoro per sempre,
e ora sono un barbone disgraziato.
La mia ragazza lavora sempre
come una schiava nel solito posto.

Là nella nera e vecchia fabbrica
ci eravamo conosciuti.
Oh! Quel fremito d'amore
non lo dimenticherò mai.
E quegli occhi sognanti
azzurri come cieli estivi.
Aveva quindici anni
la mia graziosa regina
nella nera e vecchia fabbrica.

24/4/2015 - 08:04


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org