Lingua   

Passa lu mari

Mimmo Cavallaro
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Lu meu patruni
(Mimmo Cavallaro)
La bbona mojje
(Giuseppe Gioacchino Belli)
Castrum vetus
(Mimmo Cavallaro)


Album :Hjuri di Hjumari

hjiuri
Oilì Oilà, si mi vo' beni
passa lu mari e venimi a cercari.
Venimi a cercari pe' mari e pe' terra,
duvi la genti non passanu mai...

Sugnu partitu 'nta na notti scura,
n'anedu d'oru 'nta mari jettai.
Ohi mala sorti, desertu di ventu,
'nta lu me cori paura e turmentu.
Vaju a trovari 'na terra luntana,
ma 'nta lu cori mi portu a vui,
a vui chi siti a luci 'i chisti occhji
chi notti e jornu vidinu a vui...

Oilì Oilà, si mi vo' beni
passa lu mari e venimi a cercari.
Venimi a cercari pe' mari e pe' terra,
duvi la genti non passanu mai...

Sugnu sbarcatu tra Riace e Caulonia
terra del sud, e di lira che sona.
'Na tarantella a Piazza Mesi,
cu' Santu Lariu nu palestinesi;
cu' l'iracheni e nigeriani
allu Spiruni 'ndi stringimu li mani.
Nesci lu suli e ancora ballamu,
'na tarantella e no 'ndi stancamu,
'na tarantella e no 'ndi stancamu.

Oilì Oilà, si mi vo' beni
passa lu mari e venimi a cercari.
Venimi a cercari pe' mari e pe' terra,
duvi la genti non passanu mai...

inviata da adriana - 19/7/2012 - 17:37


Note riprese da mimmocavallarofanclub.blogspot.it

Piazza Mese e Lu Spiruni sono due piazze di Caulonia, dove si balla in occasione del Festival di fine agosto;
S. Ilario è il santo protettore di Caulonia;
Caulonia e Riace sono i due paesi dove sono nate le più importanti iniziative sociali di accoglienza e integrazione a favore dei profughi sbarcati sulle coste della Locride, e degli extracomunitari in generale: la lungimirante alternativa jonica ai fatti di Rosarno di qualche mese fa.

adriana - 19/7/2012 - 17:46



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org