Lingua   

Allevatori di Morte

Livore
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Grida il tuo nome
(Livore)
Il bimbo del macello
(Yo Yo Mundi)
Anima di spine
(Renato Casti)


Rabbia contro l’idea di continuare a disporre delle vite degli animali a nostro piacimento. Non ci sono mezzi termini per parlare del trattamento che riserviamo agli animali nell’industria alimentare, negli allevamenti intensivi, nell’uso barbaro di pellicce. Non ci sono giustificazioni a questo crimine.
La forza di una scelta è la negazione di una bieca tradizione
fondamento di una società che si nutre di sangue, s’ingozza di vita per morire giorno per giorno.
Il tuo non è bisogno, il mio solo un sogno allucinato di non veder più un animale assassinato,
di agire perchè sia liberato dall’indegno destino che gli è stato assegnato da noi che ci sentiamo esseri superiori ma siamo ciechi allevatori di morte!
Rifiuto di nutrirmi di dolore, non posso non potrò mai accettare,
perchè non vuoi vedere l’inutile sofferenza sgorgare.
Credi che sia evoluzione ma porta solo morte e distruzione,
credi sia solo vanità, pur se ignara è complicità.

inviata da DoNQuijote82 - 4/7/2012 - 20:53


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org