Language   

Le lundi au soleil

Claude François
Language: French

List of versions


Related Songs

Rosa di Campo
(Lhi Menestrèls)
A la guerra me vo ir
(Anonymous)
I Wanna Go Home
(Samantha Murphy)


[1972]
F. Thomas - J.M. Rivat - P.Juvet

lundiausoleil


Claude François, nato a Ismailia in Egitto nel 1939, è stato la "star delle star" in Francia. Durante la sua breve vita ha collezionato perfidie a profusione: da quella di essere "il cantante preferito dai minori di 10 anni" a quella di essere mondialement connu en France ("noto mondialmente in Francia", locuzione spesso usata anche per Johnny Hallyday). Sabato 11 marzo 1978, mentre era in bagno a casa sua, a Parigi, gli venne chissà perché la voglia di cambiare una lampadina dell'applique della specchiera, e, tutto bagnato com'era, ci rimase attaccato. Il giorno dopo, il 12 marzo, si dovevano svolgere delle elezioni in Francia; e "Libération" colse l'occasione per uno dei suoi titoli più stronzi in assoluto nel dare la notizia della sua tragica morte: Claude François a volté (gioco di parole tra "a voté" e "a volté", "è rimasto fulminato"). Insomma, non era amatissimo da chi, presumibilmente, preferiva una canzone più engagée. Però, diciamolo, sarà stato anche "mondialement connu en France", ma è anche l'autore di "Comme d'habitude", che un certo Frank Sinatra gli tradusse in inglese facendola diventare "My Way", una delle canzoni più famose della storia. Nel '72 cantò invece questa canzoncina (un successo clamoroso in Francia, manco a dirlo) in cui si esprime quello che dev'essere percepito come un desiderio seminale: non andare a lavorare il lunedì. Perché, come è noto, il sabato e la domenica piove sempre e il lunedì, invece, splende regolarmente il sole e fa caldo. Una gran voglia di non fare nulla, il lunedì, condita con il classico dei classici: fare l'amore. Beh, uno potrebbe obiettare che l'amore lo si può fare anche quando piove, in camera o comunque al chiuso, ma vuoi mettere farlo all'aperto e di lunedì...cosa riservata a que' privilegiati dei parrucchieri e dei librai che, almeno in Italia, il lunedì non lavorano. D'accordo, d'accordo; anch'io mi sto facendo prendere la mano dalle "françoisate". Però penso che, se questa canzone ha avuto un tale successo, qualcosa in chi la ascoltava dovrà pur avere smosso. Qualcosa mi dice che, se il François avesse, poniamo, scritto una canzone su quant'è bello tornare a lavorare il lunedì e sgobbare come un negro fino al sabato, non avrebbe avuto tutto 'sto gran successo. E è inutile che si facciano tante disquisizioni filosofiche: alla gente lavorare non piace e ci sarebbe sempre qualcosa di meglio da fare. Sono temi che compaiono sia nelle canzoni più "serie" sia nelle canzonette come questa, nelle canzoni popolari come in quelle di autoroni. Vorrà dire qualcosa? (RV)
Regarde ta montre, il est déjà 8 heures,
Embrassons-nous tendrement.
Un taxi t'emporte, tu t'en vas mon coeur,
Parmi ces milliers de gens.

C'est une journée idéale,
Pour marcher dans la forêt.
On trouverait plus normal
D'aller se coucher seuls dans les genêts.

Le Lundi au soleil, c'est une chose qu'on n'aura jamais.
Chaque fois, c'est pareil. C'est quand on est derrière les carreaux,
Quand on travaille, que le ciel est beau, qu'il doit faire beau sur les routes,
Le Lundi au soleil.
Le Lundi au soleil, on pourrait le passer à s'aimer.
Le Lundi au soleil, on serait mieux dans l'odeur des foins,
On aimerait mieux cueillir le raisin,
Tout simplement ne rien faire le Lundi au soleil.

Toi tu es à l'autre bout de cette ville,
Là-bas comme chaque jour. Les dernières heures sont les plus difficiles,
J'ai besoin de ton amour. Et puis dans la foule au loin, je te vois tu me souris.
Les néons des magasins sont tous allumés, c'est déjà la nuit.

Le Lundi au soleil, c'est une chose qu'on n'aura jamais.
Chaque fois, c'est pareil. C'est quand on est derrière les carreaux,
Quand on travaille, que le ciel est beau, qu'il doit faire beau sur les routes,
Le Lundi au soleil.
Le Lundi au soleil, on pourrait le passer à s'aimer.
Le Lundi au soleil, on serait mieux dans l'odeur des foins,
On aimerait mieux cueillir le raisin,
Tout simplement ne rien faire le Lundi au soleil.

Le Lundi au soleil, c'est une chose qu'on n'aura jamais.
Chaque fois, c'est pareil. C'est quand on est derrière les carreaux,
Quand on travaille, que le ciel est beau, qu'il doit faire beau sur les routes,
Le Lundi au soleil.
Le Lundi au soleil, on pourrait le passer à s'aimer.
Le Lundi au soleil, on serait mieux dans l'odeur des foins,
On aimerait mieux cueillir le raisin,
Tout simplement ne rien faire le Lundi au soleil.

Contributed by Riccardo Venturi - 2012/5/15 - 11:15



Language: Italian

Versione italiana di Riccardo Venturi
15 maggio 2012
IL LUNEDI' AL SOLE

Guarda l'orologio, sono già le otto,
baciamoci teneramente.
Un tassì ti porta via, te ne vai amore mio
in mezzo a 'ste migliaia di persone.

E' una giornata ideale
per camminare nel bosco.
Sarebbe più normale
andare a stendersi da soli tra le ginestre.

Il lunedì al sole, è una cosa che non la si avrà mai.
Sempre lo stesso, quando si è dietro a una finestra,
e si lavora, com'è bello il cielo, come dev'esser bello sulle strade,
il lunedì al sole.
Il lunedì al sole, lo si potrebbe passare a fare l'amore.
Il lunedì al sole, sarebbe meglio con l'odore del fieno,
ci piacerebbe di più cogliere l'uva,
e semplicemente non far nulla, il lunedì al sole.

Tu sei all'altro capo di questa città,
laggiù come ogni giorno. Le ultime ore sono le più difficili,
ho bisogno del tuo amore. E poi, da lontano nella folla, ti vedo e mi sorridi.
I neon dei negozi sono tutti accesi, già è scesa la sera.

Il lunedì al sole, è una cosa che non la si avrà mai.
Sempre lo stesso, quando si è dietro a una finestra,
e si lavora, com'è bello il cielo, come dev'esser bello sulle strade,
il lunedì al sole.
Il lunedì al sole, lo si potrebbe passare a fare l'amore.
Il lunedì al sole, sarebbe meglio con l'odore del fieno,
ci piacerebbe di più cogliere l'uva,
e semplicemente non far nulla, il lunedì al sole.

Il lunedì al sole, è una cosa che non la si avrà mai.
Sempre lo stesso, quando si è dietro a una finestra,
e si lavora, com'è bello il cielo, come dev'esser bello sulle strade,
il lunedì al sole.
Il lunedì al sole, lo si potrebbe passare a fare l'amore.
Il lunedì al sole, sarebbe meglio con l'odore del fieno,
ci piacerebbe di più cogliere l'uva,
e semplicemente non far nulla, il lunedì al sole.

2012/5/15 - 11:46



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org