Lingua   

C'era

Rossopiceno
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

E io ero Sandokan
(Armando Trovajoli)
Il viaggio
(Rossopiceno)
Testamento partigiano
(Milo Brugnara)


(S. Nespeca)
Emidio Rossi: voce, cori; Vanni Casagrande: fisarmonica, plano, cori; Marco Spaccasassi: chitarra elettrica e acustica; Massimo Pasqualetti: percussioni, glockenspiel; Matteo Grandoni: basso; Stefano Nespeca: batteria, cori; Francesco Fry Moneti: violino, chitarra elettrica, e-bow
Testo e musica di Stefano Nespeca. Prodotto da Fry Moneti Registrato da Nacor Fischetti @ Studio Supersuonc. Ascoli Piceno, gennaio 2012
Mixato da Cristian Santisi e Fry Moneti @ Morphing Studio, Bologna, febbraio 2012


Tutti i brani di Battaglione Alleato (2012):

tratto dal libro "II bracciale di sterline . Cento bastardi senza gloria. Una storia di guerra e di passioni" di Matteo Incerti e Valentina Ruozi

Battaglione Alleato MCR
CD1
1. Introduzione (Modena City Ramblers e Bruno Cappagli)
2. Avevamo vent'anni (Canto del volontario della libertà) (Modena City Ramblers)
3. Al Pivarol C'al Vin Dal Ciel (The Brave Scottish Piper) (Modena City Ramblers)
4. C'era (Rossopiceno)
5. Bastardi e pezzenti (Nuju)
6. This Time (Lion D)
7. Molto stanco (Luca Serio & the Yonders)
8. Modena (Dudu & i semi del male)
9. Ofelia Neri staffetta partigiana (Logici Zen)
10.Libertà e Foresta (Elizabeth)
11.Non era un animale (Luca Giovanardi)
12.Gino (Mutina Golem)
13.Notturno prima della battaglia (Leo Sgavetti)

CD2
1. Partigiano Hans (Popinga)
2. Tombola (Jason McNiff)
3. 27 marzo (set) (Ned Ludd)
4. Gordon, Glauco (Modena City Ramblers)
5. 22 ore (Ned Ludd)
6. L'amore altrove (Massimo Ice Ghiacci)
7. Gufo nero (Modena City Ramblers)
8. Noris, Imelde (Morandi, Ghiacci, Pinna)
9. Cinque tedeschi ad Albinea (Bertolini, Ghiacci)
10.La libertà è disobbedienza (Elizabeth e Modena City Ramblers)
11.Nozze partigiane (Fryda)
12.Testamento partigiano (Milo Brugnara)
13.Avevamo vent'anni (Canto del volontario della libertà) (al fuoco di bivacco)
(Modena City Ramblers)



II ricordo di 100 uomini e donne poco più che ventenni che cambiarono la storia, della loro terra, del loro destino e di una guerra intera.
C'era una squadra nascosta In montagna
C'era la morte, fedele compagna
C'era un sentiero coperto di neve
C'era un messaggio, un codice breve
C'era un soldato caduto dal cielo
C'era il sostegno di un prete guerriero
C'era un commando dell'esercito inglese
C'era un ribelle di un vicino paese

Erano in cento in quel gruppo armato,
cento bandiere, un Battaglione Alleato
Erano figli della stessa rovina,
insieme uniti per difender la cima

Si vedrà nel buio una luce scura
Brucerà di notte nella paura
Resterà nei ricordi di questa terra
II triste suono che accompagna la guerra

C'era un fucile pronto a sparare
C'era una villa da dovere attaccare,
da un lato il monte dallàltro la morte,
giocando a tombola con la propria sorte
C'era l'odore del sangue nemico
Cteran le grida di un compagno ferito
C'eran le fiamme a donare la gloria
a quei ventenni che hanno scritto la storia

C'era la voce di una cornamusa,
un suonatore in quella notte confusa
che regalò la sua seta a una sposa
con sopra scritto che "vince chi osa"

Si vedrà nel buio una luce scura
Brucerà di notte nella paura
Resterà nei ricordi di questa terra
II triste suono che accompagna la guerra

C'era una bimba su un porto di mare
C'era una bimba in un casolare,
stesse radici in quelle colline,
stesso destino per quelle sterline
C'era una donna che ricorda il passato
C'è ancora un uomo dal cuore segnato
che non dimenticano i giorni lasciati
Sulle montagne a morir da soldati

Si vedrà nel buio una luce scura
Brucerà di notte nella paura
Resterà nei ricordi di questa terra
II triste suono che accompagna la guerra

inviata da DonQuijote82 - 28/3/2012 - 09:24



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org