Lingua   

The Ballad of Sharpeville

Ewan MacColl


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Yankee Doodle
(Ewan MacColl)
Mandela
(Giovanni Allevi)
Grensvegter
(Warrick Sony)


‎[1960]‎
In “Saturday Night at the Bull and Mouth”, Live in London, 1977.‎





Sharpeville è una township nel Gauteng meridionale, in Sudafrica.‎
Il 21 marzo 1960 una folla di dimostranti si riunì di fronte alla stazione di polizia di Sharpeville per ‎protestare contro la legge chiamata “Urban Areas Act”, che obbligava i cittadini neri a esibire un ‎lasciapassare per allontanarsi dalla loro zona di residenza. La polizia aprì il fuoco sulla folla, dando ‎luogo al primo massacro della storia del Sudafrica segregazionista.‎
Secondo i dati ufficiali furono uccise 69 persone (inclusi 8 donne e 10 bambini) e oltre 180 furono ‎ferite.‎
La notizia del massacro contribuì a creare una escalation della tensione fra i neri e il governo ‎bianco. In risposta al diffondersi della protesta, il 30 marzo il governo dichiarò la legge marziale. ‎Seguirono oltre 18.000 arresti.‎
Il 1º aprile, le Nazioni Unite condannarono ufficialmente l'operato del governo sudafricano con la ‎Risoluzione 134. Il massacro divenne un punto di svolta nella storia sudafricana, dando inizio al ‎progressivo isolamento internazionale del governo del National Party. Il massacro di Sharpeville fu ‎anche uno dei motivi che convinsero il Commonwealth a estromettere il Sudafrica.‎
In ricordo del massacro avvenuto 45 anni prima, il 21 marzo 2005 è stato dichiarato dall'ONU ‎‎"Giornata internazionale per l'eliminazione della discriminazione razziale".‎
In Sudafrica, a partire dal 1994, il 21 marzo si celebra la Giornata dei Diritti Umani.‎
‎(fonte: it.wikipedia)‎

A proposito del massacro di Sharpeville si veda anche Asikhatali
From the Cape to South West Africa
From the Transvaal to the sea,
In farm and village, shanty town,
The Pass Law holds the people down,
The pass of slavery, DOM PASS!
The pass of slavery. ‎

The morning wind blows through the land,
It murmers [sic] in the grass:
And every leaf of every tree
Whispers words of hope to me,
‎"This day will end the pass, DOM PASS!
This day sill end the pass". ‎

The sun comes up on Sharpeville Town,
And drives the night away,
The word is heard in every street,
Against the Pass Law we will meet,
No-one will work today, DOM PASS!
No-one will work today. ‎

It was on the twenty first of March,
The day of Sharpevi1le's shame,
Hour by hour the crowd did grow
One voice that cried, "The pass must go!"
It spoke in freedom's name, DOM PASS!
It spoke in freedom's name. ‎

Outside the police headquarter's [sic] fence
The Sharpeville people stand,
Inside the fence the white men pace,
Drunk with power and pride of race
Each with a gun in hand, DOM PASS!
Each with a gun in hand. ‎

The Sharpeville crowd waits patiently
They talk and laugh and sing,
At eleven-fifteen the tanks come down
Roll through the streets of Sharpeville Town
To join the armoured ring, DOM PASS!
To join the armoured ring. ‎

Neighbour talks to neighbour
And the kids play all around,
Until, without a warning word,
The sound of rifle fire is heard
And men fall to the ground, DOM PASS!
And men fall to the ground. ‎

The panic-stricken people run
To flee the wild attack;
The police reload and fire again
At running women, children, men,
And shoot them in the back, DOM PASS!
And shoot them in the back. ‎

Sixty-seven Africans
Lay dead there on the ground;
Apartheid's harvest for a day,
Three times their number wounded lay,
Their blood stained all around, DOM PASS!
Their blood stained all around. ‎

There's blood on the men who fired the guns,
On the men who made the laws;
There's blood on the hands of the Whitehall ranks
Who gave the thugs their guns and tanks,
Who help in oppression's cause, DOM PASS!
Who help in oppression's cause. ‎

inviata da Bartleby - 20/3/2012 - 16:32


Sudafrica, agosto 2012,
La polizia apre il fuoco sui minatori in sciopero: decine di morti.

Immagini agghiaccianti!

La polizia di Verwoerd e di Botha, dei governi bianchi dell'apartheid, non avrebbe saputo fare di meglio!

Dead End - 16/8/2012 - 22:41


Senza commento le immagini restituiscono ancora meglio l'orrore: in pochi secondi di tiro a segno hanno fatto 25 morti!
Una strage deliberata, addirittura con i kalashnikov, anzichè usare lacrimogeni, pallottole di gomma o munizioni non letali.

Mandela s'è fatto tutta quella galera per questo?

Dead End - 17/8/2012 - 10:00


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org